Passa ai contenuti principali

Post

La globalizzazione del pettegolezzo e la spettacolarizzazione del dolore

Mio nonno diceva: "Cala il bastone e volano gli stracci". Un proverbio antico, attinto all'atavica saggezza popolare, che contiene una verità profonda. Quando cala la scure moralizzatrice dall'alto degli scranni mediatici dei nostri intellettuali, manco a dirlo, volano gli stracci! Ora mi è capitato di leggere questi sermoni moralizzatori a proposito della penosa vicenda di cronaca accaduta ad Ischitella in provincia di Foggia, dove si è consumata la più feroce vendetta trasversale da parte del solito uomo che ha ucciso la figlia quindicenne della ex compagna, rea di averlo lasciato e di essersi poi resa irreperibile per sfuggire alle persecuzioni dell'ex. 
Lui si è poi suicidato, sottraendosi quindi alla giustizia umana, mentre la madre ha manifestato rabbia e dolore sui social, facebook per l'esattezza, complice il profilo pubblico (che facebook propone in automatico, salvo scegliere poi opzioni diverse). La donna inoltre (udite, udite!) si è prestata anche …
Post recenti

22 Settembre: Equinozio d'Autunno

Siamo abituati a pensare che l'autunno inizi il 21 settembre, perché così vuole il nostro calendario ufficiale. In realtà invece, il calendario che usiamo è un po' sfasato rispetto all'anno astronomico (che corrisponde alla durata del giro di rivoluzione della terra intorno al sole) ed è per questo che ogni quattro anni dobbiamo aggiungere il 29 febbraio per recuperare una migliore corrispondenza tra il calendario ufficiale e quello astronomico. In realtà l'autunno comincerà oggi, esattamente alle 22,02 nel nostro fuso orario perché esattamente in quel momento i raggi del sole cadranno perpendicolarmente all'asse terrestre all'equatore. 
Google ci ha ricordato l'evento con un simpatico doodle animato: un topino con la gola avvolta in una sciarpetta rossa, che saltando su un tappeto di foglie secche finisce per infilarsi nella sua tana al calduccio a bere una tisana bollente. Questo è un piccolo vantaggio della informatizzazione perché fino a non moltissimi…

I libri dell'estate

Vacanze bollenti quest'anno: amo il mare e ci sono stata anche questa volta infatti, per un paio di settimane, luoghi abituali, nulla di che. In effetti proprio quest'anno magari il fresco della montagna avrebbe avuto i suoi vantaggi, ma per quanto mi riguarda senza mare non è vacanza: può essere un viaggio magari, ma non La Vacanza. La testardaggine ha il suo prezzo e così abbiamo sofferto il caldo eccezionale dell'annata col vantaggio di poterci tonificare con qualche bella nuotata nell'acqua limpida. 
Parte importante della mia vacanza abituale sono le passeggiate a piedi e le letture: nel tardo pomeriggio o la sera dopo cena, dal mio residence scendo a piedi fino al porticciolo del paese, lì un libraio piazza un tendone nel quale riversa tutta la paccottiglia rimasta invenduta nel negozio durante il periodo invernale. Il mio cerimoniale prevede che una volta raggiunto il tendone, io mi dia ad una paziente ricerca tra volumi e volumetti accatastati sugli scaffali sec…

Lo stupro normale

Sta facendo discutere molto in questi giorni l'infelice esternazione del giovane Abid Jee 24 anni, mediatore culturale dipendente di una cooperativa bolognese impegnata nell'accoglienza dei migranti. Nel post pubblicato in un italiano approssimativo sul proprio profilo facebook, l'uomo commenta i recenti fatti di Rimini ed esprime il suo punto di vista sullo stupro: "è un atto peggio ma solo all'inizio (...) poi la donna si calma e si gode come un rapporto sessuale normale".
Cose che uno potrebbe effettivamente chiedersi: ma ci è o ci fa? Perché, dico: è ovvio e lapalissiano che una buona parte degli uomini la pensino a quel modo e che lo manifestino quotidianamente nei comportamenti e nei giudizi, ma non lo espliciterebbero così verbalmente sulla pubblica piazza e per iscritto per giunta! Ovvio, è un immigrato, a giudicare dall'italiano traballante, ed è giovane, dice cosa pensa senza tenere conto delle considerazioni di opportunità e delle ipocrisie prop…

Torre Del Greco: la polemica della balneabilità

Quelle di Torre Del Greco, ancora oggi, possono sembrare molto simili a tutte le altre spiagge della costa tirrenica: esse invece hanno una loro storia in parte naturale ed in parte (in)civile. In questi ultimi giorni se ne è parlato a proposito della estensione delle "balneabilità" a tutto il litorale cittadino da via Calastro alla intera litoranea. La notizia sotto il profilo formale è reale e verificabile, semplicemente consultando il sito del Portale delle Acque del nostro Ministero della Salute. In effetti tutto il lungomare dalla zona nord di Portici fino al confine tra Torre Del Greco e Torre Annunziata risulta balneabile. Nella nostra cittadina in particolare sono finalmente del tutto scomparse le ordinanze di divieto di balneazione e tutti i lidi hanno il loro bravo cartellino verde: dovremmo rallegrarcene, ma soprattutto: possiamo fidarci? Al riguardo non sono mancate polemiche nei social da parte di cittadini che hanno postato riprese video poco confortanti sullo …

Sessismo: un modo di reagire alle proprie insicurezze

Che il sessismo possa rappresentare una tecnica di autoaffermazione della propria virilità minacciata o comunque in crisi, può apparire quasi un luogo comune: in effetti corrisponderebbe a quel meccanismo di difesa indicato come conversione nell'opposto. Si tratta di uno stratagemma difensivo, che porta ad esagerare la caratteristica opposta a quella che si teme, esprimendo al contempo grande disprezzo proprio per quella determinata connotazione. Ad esempio: se io ho paura di essere debole, esibirò atteggiamenti molto duri e grande disprezzo per le persone fragili, se invece ho paura di essere o poter diventare una persona socialmente emarginata, sarò in prima fila nel mostrare odio e disprezzo per gli straccioni. Cose di questo genere accadono spesso in una varietà di situazioni di vita ordinaria. Possiamo anche aggiungere che sentimenti di incertezza e paura producono malessere interiore e che scaricare altrove i propri sentimenti negativi è il modo più semplice per liberarsene …

Amicizia: un valore confermato dalla scienza

L'amicizia è un argomento poco studiato a livello medico-scientifico: fino ad oggi infatti, gli studi delle relazioni umane sono stati prevalentemente focalizzati sulle dinamiche interne ai nuclei familiari, presumendo, a giusta ragione peraltro, che siano proprio questi i rapporti che improntano la personalità degli individui. A parte generiche asserzioni sull'importanza di una  ricca rete sociale di supporto rispetto al generale benessere dell'individuo, poco è stato studiato in forma specifica sull'impatto che, l'amicizia nel senso positivo del termine, può avere sul carattere e sui vissuti soggettivi di una persona. Si è detto quasi tutto sulle relazioni negative, caratterizzate da bullismo e/o condizionamenti fondati sulla esigenza del singolo di identificazione al gruppo di appartenenza, pressioni sociali che nel peggiore dei casi sconfinano nel plagio mentale, ma ben poco fino ad oggi è stato scritto o studiato sul valore positivo dell'amicizia.
Questi or…