Istanbul: brutale attacco della polizia al Gezi Park

15/06/2013

In queste ore, circa alle 20,00 ora locale, la polizia turca in tenuta antisommossa con manganelli, bastoni e lacrimogeni ha iniziato lo sgombero forzato   del Gezi Park di Istanbul: l'attacco ha colto di sorpresa i manifestanti,  e viene compiuto con  una violenza inaudita. I poliziotti  demoliscono a bastonate le tende, distruggono  e buttano via tutto quello che trovano davanti a loro, arrestano i ragazzi che non sono riusciti a fuggire perché sforniti di maschera antigas.
 Sul parco staziona la nuvola di fumo dei lacrimogeni e la polizia allontana e ferma anche i soccorritori che cercano di aiutare le persone che si sentono male per la cortina fumogena. Vengono cacciati via  fotografi e giornalisti: non si vuole che venga ripreso quanto sta accadendo.
 L'attacco è stato sferrato prima della scadenza dell'ultimo ultimatum del premier Erdogan, che aveva lasciato ancora 24 ore ai manifestanti per organizzare uno sgombero "pacifico".
La maggior parte dei ragazzi sono riusciti a fuggire e vengono inseguiti dalle forze dell'ordine nei vicoli della città. Dopo la devastazione, intorno al parco è stato creato un cordone per impedire a chiunque di entrare ed uscire.
Si attendono aggiornamenti, ma il parco è rimasto vuoto: lo sgombero è completo.
Difficile credere però che questo fermi la protesta nel paese,  è più probabile che invece la inasprisca.


  OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il bambino epilettico a scuola