Omofobia: passa in Russia la legge contro la "propaganda gay"

30/06/2013


Mentre in Europa ed in America si va verso la liberalizzazione ed  il riconoscimento dei diritti civili, nonché del matrimonio per i gay, nella società russa le idee ed i pregiudizi contro l'omosessualità prevalgono: Putin ha firmato la legge che vieta forme di "propaganda" di relazioni sessuali "non tradizionali"
Nel testo della normativa non vengono esplicitamente nominati gli omosessuali, ma ci si riferisce genericamente a relazioni "non tradizionali" e soprattutto non viene precisato cosa deve intendersi per "propaganda".
Sarà propaganda tenersi per mano o baciarsi in pubblico? Sarà propaganda scrivere, parlare o usare  immagini che rappresentino problemi o qualunque altra cosa abbia attinenza con il mondo della  omosessualità?
Queste valutazioni resteranno discrezionali a seconda dei giudici e delle autorità locali, in assenza di qualunque precisazione al riguardo. Sono previste multe considerevoli che vanno da 100 - 125 euro per singoli individui fino a 19.000 - 23.000 euro per enti, società ed aziende. Nel caso siano coinvolti stranieri la legge prevede anche la detenzione e l'espulsione.
Una normativa così indefinita e suscettibile di interpretazioni arbitrarie sembra comunque  anche condivisa dalla maggioranza della popolazione locale, in quanto prevale ancora in Russia una cultura omofobica.
L'omosessualità è stata depenalizzata solo nel 1993 e l'85% della popolazione si dice  contraria ai matrimoni gay.



 

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il bambino epilettico a scuola