Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

Tranquilla solitudine

Essere con se stessi ed affondare nell'aria come in una dimensione surreale, quando il corpo astrae la percezione offrendola alla mente. Annientarla o condurla lontano come se ogni goccia di sangue si fosse fermata ed il cuore riposasse in una pausa del tempo. 
Nulla si muove e sfilano millenni: istanti senza stupore nel divenire fermo di un immenso orizzonte sbiadito nel colore, sospeso in uno spazio vuoto molti anni luce oltre.




Tranquilla solitudine

Il volo del gabbiano

Le cose tanto piccole, come una manciata di sogni e fantastiche speranze, lanciate inermi fuori dalla culla dell'animo che le ha sentite ed inventato per loro il viatico del sottile guscio d'amore che le accompagna, periscono talvolta ignorate dal mondo. 
Eppure accade, forse per puro caso o forse per divina magia, che alcuna incontri una terra fertile ed un sole caldo e carezzevole fino a germogliarne, fino alla pulsazione vitale che riproduce l'onda di speranza. 




Il volo del gabbiano

L'alternativa non contemplata: mazza senza panelle

Grande indignazione in giro per qualche calata di manganello sugli operai della Terni-Ast acciaierie, che ieri manifestavano a Roma contro il programma di licenziamenti della (tristemente nota) ThyssenKrupp.
Tutti scandalizzati, come se fosse una cosa dell'altro mondo, eppure mica è la prima volta che la polizia usa i manganelli: fanno parte della loro dotazione, sennò che glieli fornirebbero a fare? Per appesantire la divisa?
Poi diciamo la verità: questi operai sono indisciplinati, non si vogliono far licenziare, come se spettasse a loro decidere, vogliono manifestare e poi si lamentano pure se la polizia li manganella.
Ci vuole una bella faccia tosta, no?
Adesso devono fare le inchieste, non si capisce a che pro: più che altro gli operai sembrano offesi.
Non siamo delinquenti. Siamo  lavoratori che manifestano pacificamente per conservare il loro posto di lavoro.
Allora nella loro logica, la polizia non dovrebbe manganellarli, la polizia e lo Stato dovrebbero al contrario tutelar…

Ebola: si accelerano i tempi di sperimentazione del vaccino

Dopo gli allarmi diffusi qualche tempo fa in merito ai tempi necessari per la preparazione e sperimentazione dei farmaci utilizzabili per combattere la temibile epidemia da virus ebola, ultimamente arrivano da diverse fonti mediche notizie un pochino più confortanti sul progresso della ricerca e sperimentazione: il 23 ottobre il Ministero della Salute italiano ha diffuso la notizia della sintesi di un farmaco capace di bloccare l'emorragia provocata dal virus, sviluppato dall'Istituto farmaceutico militare di Firenze, che aveva già superato la prima fase di sperimentazione, per cui se ne prevedeva a breve la spedizione di 1.000 dosi in Sierra Leone.
Ieri l'OMS ha resa pubblica una dichiarazione con la quale viene accolta favorevolmente l'approvazione per la sperimentazione ospedaliera da parte delle autorità svizzere di un vaccino, da valutare presso l'Ospedale Universitario  di Losanna: si tratta in effetti dell'ultima fase di sperimentazione prima della effett…

Gli italiani alle prese con l'italiano. Indagine Istat

Diffusa  dall'Istat lunedì scorso una interessante indagine sulla cultura e la diversificazione culturale in Italia, condotta attraverso un'inchiesta riguardante la diffusione della lingua italiana fra gli italiani stessi ed  in raffronto alla preferenza per l'uso dei dialetti locali.
Insomma la lingua rappresenta un importante aspetto della identità culturale e nazionale e pertanto dopo avere interessato la presidente della Camera (Laura Boldrini, ndr) ora diviene anche oggetto di studio per l'Istituto Italiano di Statistica.

Il primo dato che salta agli occhi è il fatto che i dialetti vengono usati più spesso nelle relazioni confidenziali e familiari, mentre l'uso della lingua italiana cresce con la distanza della relazione sociale: nel 2012 il 53,1% delle persone di età compresa fra i 18 ed i 74 anni usano prevalentemente l'italiano in famiglia,  la quota cresce al 56,4% nei gruppi di amici fino a giungere all'84,8% nelle relazioni con persone estranee.

Dialogo tra sordi: governo e sindacati

Lunedì scorso c'è stato l'atteso incontro tra governo e sindacati: le avvisaglie venute dalla piazza di domenica e l'imperterrito "andiamo avanti" di Renzi, impegnato intanto in quella che la Bindi ha etichettato senza mezzi termini come una contro manifestazione (ovvero la famosa Leopolda, ndr) non facevano di certo ben sperare e dopo l'incontro se ne è avuta conferma.
Surreale è la qualificazione espressa dal leader della Cgil, Susanna Camusso: gli interlocutori delle parti sociali non avevano delega e/o mandato per discutere e prendere impegni, di conseguenza, l'incontro si è limitato alla esposizione delle rispettive posizioni, senza  che vi fosse poi un reale margine di trattativa da affrontare nella riunione.

Renzi per parte sua, nel corso della intervista su La7 risponde che ciò che gli sembra surreale è il fatto che la Camusso ritenga sia necessaria una trattativa sui temi del lavoro, perché non spetta la sindacato formulare le leggi (sic). Insomma…

L'atteggiamento dei giovani verso il lavoro: cosa cambia

Una indagine della Coldiretti/Ixè mette a fuoco alcuni cambiamenti rilevanti nell'atteggiamento della nuova generazione verso il lavoro: intanto sembra crollato il mito del "posto fisso".
Nel 2014 solo il 46% dei giovani desidera ottenere un posto di lavoro fisso con un calo sensibile del 7% rispetto all'anno precedente.
Al contrario invece i giovani oggi puntano sempre di più su se stessi e le proprie risorse personali: il 31% infatti, quasi uno su tre, cerca di avviare in proprio una attività autonoma, in aumento questa quota dell'1% rispetto al 2013.
Il 64% dei ragazzi è disposto a spostarsi per risiedere nella città dove trova lavoro ed una quota consistente, il 51% è pronta a muoversi fuori dai confini nazionali.

Educazione alimentare a scuola: non più distributori automatici

Il distributore automatico nelle scuole, come nei luoghi di lavoro simbolizza ormai l'oasi della pausa: l'intervallo durante il quale gli studenti, ma anche i lavoratori possono fermarsi ed acquistare a pochi spiccioli un piccolo genere di conforto, uno snack o una bibita.
Purtroppo ciò che si trova abitualmente nei distributori non è esattamente salutare: a dirla tutta non lo è per i ragazzi, che sono sempre più frequentemente in sovrappeso (il 22,2%) o addirittura obesi nel senso proprio del termine (il 10,6%) ma non lo è spesso neanche per gli adulti: i distributori infatti erogano per lo più bibite gasate o ad alto tenore di caffeina, oltre che dolciumi e merendine ad elevato contenuto di carboidrati e decisamente ipercaloriche.
Nella prospettiva di educare il gusto dei giovani ad una alimentazione sana e considerata anche la necessità di non favorire nei minori abitudini e vizi alimentari potenzialmente dannosi per la salute, i 20 assessori all'agricoltura delle Regio…

Papa Francesco e il comunismo

Il raffronto tra i principi etici e sociali della Chiesa ed il comunismo è lo stesso papa Francesco a proporla oggi durante l'incontro con esponenti dei "movimenti popolari", ricevuti in Vaticano.
Terra, casa e lavoro, diritti e dignità per tutti: sono queste le rivendicazioni, non di qualche leader popolare, ma del papa stesso, che quindi rileva come queste sue affermazioni vengano etichettate da alcuni come comuniste, mentre lo stare con e fra i poveri è parte della dottrina evangelica, alla quale certo non basta rispondere con forme di "assistenzialismo paternalista".
La solidarietà è altro e richiede interventi e provvedimenti di tipo strutturale mirati a combattere povertà ed indigenza, la solidarietà richiede il rivolgimento dei criteri per i quali il cibo viene prodotto e buttato via, mentre una parte della popolazione mondiale muore per denutrizione.
Ad ogni contadino spetta la terra, ad ogni persona una casa ed a tutti il diritto di lavorare e conservar…

Il doodle di Google oggi dedicato a Jonas Salk

A cento anni dalla sua nascita, il 28 ottobre 1914, Google dedica a Salk il suo doodle di oggi.
C'è da dire che in un periodo come questo in cui si discute molto di vaccini, sia pro che contro di essi, tanto che molte persone si lasciano condizionare al punto da far correre gravi rischi proprio alle persone che più amano (i propri figli) negandogli la protezione vaccinale, bene: in un periodo come questo, dico, è quanto mai appropriato rendere omaggio a Jonas Salk, il medico statunitense ideatore del primo vaccino contro la poliomielite.

Fino al 1955, epoca in cui è stato diffuso il vaccino di Salk, la polio era la malattia più temibile nell'età infantile, spesso causa di esiti invalidanti dopo la guarigione, con paralisi in quelli che sopravvivevano al contagio. Il vaccino di Salk, fatto con virus uccisi, non era proprio perfetto e presto, nel 1957 fu soppiantato da quello di Sabin, ottenuto da virus attenuati.

Sud a rischio di desertificazione: rapporto Svimez 2014

Questa mattina è stato presentato a Roma, al Tempio Adriano, il rapporto Svimez 2014 sull'economia del Mzzogiorno. La Svimez è una associazione privata non lucrativa, costituitasi nel 1946 con lo scopo di favorire lo sviluppo e l'industria nel Mezzogiorno.
I dati di questa mattina raccontano di un sud poverissimo, discriminato e senza lavoro, con alti tassi di povertà, emigrazione e disoccupazione e soprattutto con un progressivo invecchiamento della popolazione residente. Un elemento significativo è il fatto che le nascite nel 2013 sono state in numero inferiore alle morti per il secondo anno consecutivo: un indice che depone chiaramente per la condizione di incertezza del futuro e lo stato di povertà diffuso delle famiglie, un dato che rimanda alle gravi crisi del periodo del primo dopoguerra.

Gioco di Halloween: tu che strega sei?

Bisogna proprio decidersi a parlarne: si avvicina a grandi passi la festa di Halloween.
Avete provveduto a fornire la casa di caramelle, gelatine di frutta, dolcetti, biscotti ed ogni genere di leccornie? I bambini anche qui ormai hanno preso l'abitudine di raccogliersi in gruppetti ed intervistare il vicinato: guai farsi trovare senza dolcetti!
Gli scherzetti previsti non sempre sono proprio piacevoli ed inoffensivi, ma sono bambini e la sera di Halloween hanno carta (quasi) bianca: gli spetta di diritto.

Eppure questa non è una tradizione mediterranea, ma nordica, di origini celtiche, che si è andata diffondendo ed anche modificando nel tempo, assumendo le connotazioni del lato oscuro del soprannaturale.
La notte delle maschere di fantasmi, streghe, morti viventi e delle lanterne nelle zucche vuote a richiamare lo spirito di Halloween.
Per l'occasione giovani ed adolescenti organizzano feste in maschera al brivido, una sorta di rinascita del preromantico gusto dell'orri…

I disturbi del sonno nei bambini con disagio psichico

Tutti sappiamo quanto sia importante la quantità e la qualità del sonno specialmente nel corso della età evolutiva, dunque per i bambini e per la loro crescita armonica ed equilibrata sia sotto il profilo affettivo in particolare che in rapporto ad una sana strutturazione psichica nel suo complesso.
Alterazioni qualitative e quantitative del sonno possono essere alla base di irritabilità, iperattività, mancanza di attenzione e difficoltà dell'apprendimento, così che a lungo andare rischiano di pregiudicare in qualche misura la crescita armonica dei bambini.

Uno studio pubblicato di recente sulla rivista Psichiatria Infantile e sviluppo umanomette a fuoco l'incidenza dei disturbi del sonno in bambini seguiti presso i servizi di psichiatria dell'infanzia del Bradley Hospital (USA): sono stati esaminati 183 bambini nei primi 6 anni di vita, vale a dire in età prescolare, e quindi valutati la frequenza ed il tipo di disturbi del sonno presenti.

la base biochimica della depressione stagionale

Si sa da tempo che le fluttuazioni del tono dell'umore riconoscono un proprio substrato biochimico nella attività di alcuni neurotrasmettitori ed in particolare della serotonina, ampiamente studiata nei disturbi depressivi: attualmente infatti molti dei farmaci anti depressivi di nuova generazione sono SSRI ovvero inibitori della ricaptazione di serotonina a livello delle sinapsi centrali del sistema nervoso, inoltre le variazioni dei livelli di serotonina sono già state messe in relazione con  la ricorrenza stagionale dei disturbi depressivi. Solo ultimamente, tuttavia, è stato effettuato uno studio completo sul tipo di variazione estiva ed invernale dei livelli di serotonina, consentendo di stabilire, anzi di confermare, l'esistenza di un assetto costituzionale, che coinvolge appunto le variazioni di questo neurotrasmettitore nei cicli stagionali e che pertanto predispone alla insorgenza dei cosiddetti SAD (disordini affettivi stagionali).

Pizza margherita (ricetta)

Lo so: mi sarà già capitato di parlarvi di pizza in questo blog ed in effetti la pizza è come il pane, una preparazione base che poi può essere utilizzata per le preparazioni più svariate. Ho addirittura sentito che nei paesi anglosassoni preparano la pizza addirittura con gli spaghetti! Tranquilli: non intendo mettere alla prova la vostra pazienza fino a quel punto :-)
Oggi parleremo della pizza fatta in casa e per prima cosa prepareremo l'impasto base, vi occorrono:


- farina circa 500 gr.
- lievito di birra, un cubo da 25 gr.
- acqua
- sale q.b.
- una patatina bollita (facoltativa: io la uso per rendere più morbido l'impasto)

Impastate in una zuppiera capiente, la farina con un cucchiaino da caffè di sale fino e due bicchieri da tavola di acqua tiepida nella quale avrete lasciato sciogliere il lievito di birra, lasciate che questo primo impasto sia anche piuttosto appiccicoso: coprite con un canovaccio candido e lasciate crescere per almeno un'ora.

Domenica è sempre domenica

Oggi un cielo sereno, l'aria frizzante e limpida: neanche un'ombra di foschia, pure l'acqua del mare è cristallina, benché la si intuisca gelida già al primo sguardo.
Sembra il giorno giusto per intraprendere un viaggio, ma anche solo per godersi il sole sul lungomare in compagnia con gli amici.
Non capita più tanto spesso di percepire questa sensazione di star respirando per davvero aria pulita: l'aria dovrebbe essere di tutti o forse no: a ben pensare anche gli "spazi aerei" sono suddivisi fra le nazioni ed appartengono agli Stati, la terra e le acque dolci appartengono per lo più ai privati, mentre il mare e l'aria sembra che siano ancora pubblici, anche se suddivisi comunque tra le diverse nazioni e proprietà di governi.

Oggi resta comunque il giorno del riposo: Dio al settimo giorno della sua creazione si riposò, anche se questo riposo non è per tutti. La maggior parte dei negozianti sono aperti questa mattina: sperano  prolungando gli orari e garan…

Bruciano ancora i roghi della terra dei fuochi

Partita oggi alle quattro del pomeriggio da piazza Dante a Napoli, la manifestazione popolare di piazza, organizzata dalla associazione la terra dei fuochi per denunciare la persistenza dei roghi tossici nei territori della zona nord tra Napoli e Caserta: ad un anno di distanza dalla manifestazione del 26 ottobre 2013 nulla è cambiato: continuano a bruciare cumuli di immondizia e rifiuti speciali come se nulla fosse. La manifestazione sfila fino a piazza del Plebiscito dove si fermerà fino alla serata. Ad oggi non si è ancora riusciti a fermare i roghi: manca la sorveglianza dei terreni ed il fumo tossico continua ad inquinare sempre le medesime zone.

A Roma un milione in piazza con la CGIL

Un milione di persone in piazza a Roma alla manifestazione organizzata oggi dalla CGIL  contro le politiche sul lavoro e l'abolizione dell'articolo 18. L'affluenza c'è stata da tutta Italia con pullman, treni speciali e voli charter.
La Cgil non ha intenzione di fermarsi qui perché si sta già pensando allo sciopero generale.
"Nessuno in buona fede può dire che l'abolizione dell'articolo 18, il licenziamento senza giusta causa serva alla crescita" scandisce dal palco Susanna Camusso, rilevando che l'Italia è l'unico paese in Europa dove non sono tassate le grandi ricchezze.
Al corteo erano presenti anche alcuni parlamentari della minoranza dissidente PD, Fassina, Civati e Cuperlo insieme con i lavoratori del giornale storico della sinistra, l'Unità.

In memoria di mia madre (poesia)

Quando qualcosa ti appartiene, come l'amore che  ha colmato la tua essenza ed è tutto quanto puoi tenere dentro, quella cosa ritorna nei momenti belli ed in quelli bui, occhieggiando, scherzando, cantando melodie, rappresentando danze, carezzandoti il cuore. A volte quella cosa non può neanche assumere la forma di un ricordo distinto perché non è che una sensazione antica, ancestrale ed in qualche misura indecifrabile, ma stranamente la sensazione conduce ad un sentiero ed in cima al sentiero qualcuno ti aspetta ...





Madre

LICENZIAMOLI PER GIUSTA CAUSA

Alle sue ultime battute lo sciopero generale dei trasporti  che oggi ha bloccato l'Italia: lo sciopero è stato indetto da Or.SA (sindacati autonomi di base, settore ferrovie) e dalla Usb (Unione sindacale di base) che nel suo comunicato oggi alle 15,00 vanta la partecipazione alle manifestazioni di piazza  di 100.000 lavoratori distribuiti in 27 piazze italiane con una media di adesione del 60%.
L'adesione a Napoli è stata del 100%, a Trento del 90%, a Bologna e Venezia del 70%.

Lo sciopero ha voluto rappresentare la voce e la protesta dei lavoratoricontro il jobs act e la modifica dell'articolo 18, ma anche contro tutto l'impianto della legge di stabilità del governo Renzi.
Licenziamoli per giusta causa è stata la parola d'ordine scritta sugli striscioni alla testa dei cortei in gran parte delle piazze.

A Torino ed a Perugia lo sciopero è stato impedito dalla Commissione di Garanzia per la simultaneità di eventi quali "il salone del gusto" ed "eurocho…

Disabili gravi: non c'è assistenza per i meridionali

Una interessante revisione dell'Istituto nazionale di Statistica sulla situazione della disabilità grave in Italia, presentata alla Commissione Affari Sociali della Camera il 15 ottobre scorso e pubblicata ieri sul sito, fa giustizia finalmente di un dato macroscopico presente ogni giorno sotto gli occhi di tutti: l'assistenza per i disabili gravi nelle regioni del sud d'Italia costa allo Stato mediamente la settima parte di quel che costa invece nelle regioni del nord: praticamente mancano i servizi.

La spesa media nazionale annua per ciascuna persona con
disabilità grave è di 2.886 euro, ma con una sperequazione rilevante tra nord e sud, un taglio netto: la media del nord è di 5.370 euro a persona, quella del meridione di 777 euro, circa un settimo della media settentrionale.
La spesa più elevata per servizi socio-assistenziali per i disabili gravi raggiunge a Trento i 14.671 euro pro capite ed in Calabria 504 euro.
Di fatto l'assistenza delle persone disabili nel meri…

Scacco matto alla delusione in quattro mosse

Essere delusi da qualcosa o qualcuno, ivi inclusi se stessi, è un'evenienza che tutti noi abbiamo sperimentato qualche volta nella vita e quando accade di dover affrontare una delusione, tendiamo di solito a diventare rabbiosi, tristi o depressi a seconda del nostro carattere, del contesto in cui è maturata la cosa, della storia particolare connessa a quello specifico evento, del tipo di relazione che avevamo o comunque conserviamo con le persone e/o   le situazioni che hanno prodotto in noi quella particolare delusione.

In tutti i casi il momento in cui si affronta una delusione è sempre di forte impatto emozionale ed è quindi anche una di quelle situazioni in cui la nostra lucidità potrebbe essere compromessa: la delusione che affrontiamo è come una pentola coi manici bollenti e se cerchiamo di maneggiarla immediatamente sarà inevitabile ustionarsi.
La prima raccomandazione in questi casi quindi è:

OMS: nel 2013 un milione e mezzo di morti per tubercolosi

Un'accurata raccolta dei dati relativa alla epidemiologia e mortalità per malattie tubercolari nel mondo rivela che il numero di contagi effettivamente registrati nel 2013 supera di mezzo milione quanto precedentemente stimato: secondo la nota OMS pubblicata oggi sono 9 milioni le persone che sono state contagiate da tubercolosi nel 2013 ed un milione e mezzo i decessi dei quali 360.000 erano soggetti affetti anche da Aids.

Nel suo complesso tuttavia la mortalità da tubercolosi è in calo ed è diminuita del 45% rispetto al 1990 con una riduzione progressiva della mortalità che annualmente diminuisce dell'1,5%.
Grazie alle cure ed ai programmi specifici attuati si stima che siano state salvate 37 milioni di persone dal 2000 ad oggi.

L'amarezza di vivere (poesia)

Crediamo di andare avanti, crediamo di liberarci della zavorra che opprime il nostro animo, posandone un pezzo per volta lungo la strada, ma il dolore più profondo, il nostro personale mal di vivere è qualcosa che non basta sotterrare lungo il sentiero, non basta urlarlo per lanciarlo verso le stelle, non basta voltargli le spalle per tuffarsi in uno spazio di evasione o in un capriccio, non basta sorridergli, non basta accoglierlo, né viverlo fino in fondo: esso ci tradirà ed all'improvviso, per un qualunque inciampo, tornerà a gravarci sul cuore, con tutto il suo peso per intero, come se lo incontrassimo per la prima volta.


Amarezza 

Grillo in versione western: "per un pugno di voti"

Ebbene lo confesso: ho letto il fatto quotidiano, rainews e Repubblica per documentarmi sulla sfuriata di Grillo contro gli immigrati, poi, visto che ho incontrato numerose trascrizioni virgolettate del post pubblicato sul blog di Beppe Grillo, com'era ovvio, sono andata ad infoltire la numerosa schiera dei suoi lettori ed ho letto l'originale: Grillo vuole che gli immigrati clandestini vengano respinti, sono troppi e portano malattie, quanto ai profughi possono essere accolti, purché siano poi liberi di girare in altri paesi europei.
Una delle espressioni che mi ha maggiormente colpita è:

"per un pugno di voti"secondo Grillo infatti le politiche sulla immigrazione giocate in un annoso quanto sterile conflitto fra destra e sinistra, sono una scenografia messa in opera a beneficio dei rispettivi elettorati: tutto si fa per un pugno di voti e di certo l'espressione non è scelta a caso, ma richiama il capolavoro western di Sergio Leone intitolato: per un pugno di do…

Studio e progetto italiano per la diagnosi precoce di autismo

Giovedì scorso, il 16 ottobre, nel corso della Conferenza internazionale "Non invasive tools for early detection of autism spectrum disorders",  l'Istituto Superiore di Sanità ha annunciato i primi risultati di uno studio iniziato nel 2011 e portato avanti dalle sezioni di neurotossicologia e neroendocrinologia dell'ISS in collaborazione con alcune Unità Operative appartenenti a quattro diverse Regioni.
La ricerca è mirata alla individuazione dei segnali precoci dei disturbi dello spettro autistico (ASD) e fino ad oggi sono stati reclutati ai fini di studio 80 bambini presumibilmente sani e 25 bambini ad elevato rischio, in quanto appartenenti a famiglie dove il disturbo è già presente in altri membri.

La tecnica prevede una osservazione longitudinale che include anche il periodo di gestazione e si protrae fino ai 18 mesi di vita: hanno fino ad ora aderito e collaborato al progetto i servizi sanitari di Lombardia, Toscana, Lazio e Sicilia e sono stati presi in conside…

Ebola: la Nigeria è fuori dall'epidemia

Tra i tanti allarmi e la continua conta dei morti e delle persone infettate, oggi finalmente arriva la prima buona notizia sulla epidemia di ebola virus: la Nigeria è ufficialmente libera da focolai epidemici. A darne l'annuncio ufficiale è il sito dell'OMS in data di oggi.
Secondo le procedure adottate dall'Organizzazione mondiale della salute, è stato necessario attendere 42 giorni dall'ultimo caso registrato di ebola, senza segnalazione e registrazione di nuovo casi.
L'Ebola in Nigeria era arrivata il 20 luglio scorso portata da un passeggero di un aereo proveniente dalla Liberia, da allora ha infettato 19 persone di cui 7 sono decedute.

Il frutto proibito (poesia)

Sono le cose molto o troppo distanti quelle di cui risulta difficile o impossibile percepire lo spessore e la profondità, così è per la cupola del cielo trapuntata dalle piccole gemme luminose delle quali vediamo la grandezza, ma possiamo solo immaginarne la profondità o i rapporti di reciproca distanza: la conoscenza affidata ai nostri sensi si dissolve ed evapora nell'universo bidimensionale della lontananza. L'unica conoscenza possibile rimane solo intuitiva e fantastica: il nostro affascinante frutto proibito.


Il frutto proibito

La marcia per la pace Perugia Assisi

Si sta svolgendo oggi con la marcia da Perugia ad Assisi una importante iniziativa di carattere educativo, tesa a creare e diffondere la cultura della pace.
L'evento è stato organizzato con l'idea di coinvolgere soprattutto lescuole ed in generale i giovani e quindi proprio con l'intento di seminare le menti che costruiranno il futuro dell'umanità: si marcia contro ogni guerra e non soltanto contro le guerre condotte con le armi, ma anche contro le guerre economiche, che offendono la persona umana ed i suoi diritti ed uccidono, non meno delle altre.
La marcia si svolge a cento anni di distanza dalla seconda guerra mondiale: secondo gli organizzatori
"La miseria e la disoccupazione sono inammissibili" perché non può esservi pace senza diritti umani.

Questa di oggi è la20° marcia per la pace, che si svolge annualmente su questo percorso: quest'anno hanno partecipato circa centomila persone con la presenza di molte scuole, associazioni e figure istituzionali, p…

Domenica: il ragù protagonista indiscusso! (ricetta)

Buona domenica a tutti cari amici: la domenica mattina abitualmente è dedicata alla preparazione del pranzo, una attività certamente creativa e scacciapensieri.
Il lavoro artigianale ha questa caratteristica di essere scacciapensieri, perché richiede l'impegno di una ideazione e programmazione e quindi l'attività manuale: in progresso di lavoro inoltre sarà spesso necessario ricalibrare la programmazione e coinvolgere nuovamente la vostra inventiva.
Insomma, diciamo la verità: cucinare è proprio un'arte ed inoltre vi costringe a pensare proprio a quello che state facendo, visto che lo andate inventando man mano che lo fate, di conseguenza sgombra la vostra mente e almeno in alcuni casi rilassa.

Il problema nasce quando non avete idee: cosa cucinare? Ad esempio?

L'8% dei disoccupati è disposto a compiere attività illegali per vivere

Anche la moralità è un fatto relativo, forse non proprio la moralità, ma diciamo almeno la fiducia nello Stato e nelle sue regole: secondo  una indagine di Coldiretti Ixè, relazionata oggi da Roberto Weber al XIV  forum internazionale di Cernobbio dell'agricoltura e dell'alimentazione, un disoccupato su dieci è disposto ad andare contro le regole  per riuscire a sbarcare il lunario.
Il 61% addirittura è pronto a lavorare in esercizi commerciali, aziende o altro dove la delinquenza organizzata investe denaro per riciclarlo e l'8% è anche pronto a delinquere.
Il 18% non avrebbe difficoltà ad acquistare presso rivendite o punti di ristorazione gestiti dalla delinquenza organizzata per semplice comodità, qualità o risparmio.

2014 anno internazionale dell'agricoltura familiare

Giovedì 16 ottobre è stata celebrata la giornata mondiale dell'alimentazione: una ricorrenza che cade il 16 ottobre di ogni anno a partire dal 1981 e riveste valore commemorativo della istituzione della Organizzazione delle Nazioni Unite per l'agricoltura e l'alimentazione, fondata appunto il 16 ottobre del 1945. Quest'anno il tema della giornata è stato appunto l'agricoltura familiare che ha meritato un riconoscimento per il suo rilevante contributo alla sicurezza alimentare mondiale.
L'assemblea generale dell'ONU ha designato il 2014 anno internazionale dell'agricoltura familiare.

Clima e agricoltura nel mondo L'agricoltura familiare, ovvero le piccole aziende agricole a conduzione familiare, vengono riconosciute come un fondamento importante nella lotta alla fame, per uno sviluppo sostenibile e la sicurezza alimentare mondiale.

Il meretricio di Ruby e l'assoluzione di Berlusconi

Se passate la sera in auto per alcune strade vi capiterà di intravedere sui marciapiedi gruppi di signore  più o meno procaci, più o meno vestite che si intrattengono all'aperto durante la notte: a volte nelle sere d'inverno accendono dei falò per scaldarsi, anche perché, poverette, dovendo esporre la mercanzia per invogliare i clienti, non possono coprirsi più di tanto.
Una persona adulta queste cose ormai le sa,  le conosce e le riconosce facilmente.

Oggi è difficile che troviate per strada una minorenne: la polizia ed i servizi sociali sono diventati abbastanza attenti a queste cose, ma tanti anni fa invece capitava di vederne.
Quando ero ragazzina una volta, mentre viaggiavo in auto con i miei verso la città, mi accadde di vedere un gruppo di bambine sulla strada: erano addirittura più piccole di me, tradite, malgrado i tacchi, dalla statura, erano lontane, ma si vedeva che erano bambine, non più di 12 forse 13 anni.

Solitudine virtuale ed altre amenità

Lo sbaglio è stato quello di credere che il computer ed internet fossero un gioco: l'imprinting, difficilmente eliminabile d'altro canto, nella gente della mia età è dovuto al fatto che noi questi aggeggi infernali li abbiamo acquistati inizialmente come il gioco del bambino, nostro figlio si capisce, l'intendo, la play station, il pc e poi la connessione internet.
Li abbiamo considerati giochi molto prima di sapere cosa fossero effettivamente e di cosa si trattasse: quando ci siamo accorti che il bambino con quel gioco comunicava, ci siamo allertati e con l'indice dritto, perpendicolare alla tastiera, da buoni genitori, ci siamo creati i profili nei social per tenere d'occhio i nostri pargoletti on line.

Ci sembrava una roba puerile con le faccine emoticon (deliziose!) e lì per adattarci al clima, abbiamo liberato nel web qualche granello della nostra anima bambina sedimentato da millenni nel nostro sottosuolo personale, più che le memorie, l'oblio del nostro …

Le Regioni contro Renzi: violati i patti

Seconda levata di scudi delle Regioni contro Renzi: come si ricorderà, il mese scorso c'era già stata una ribellione aperta e trasversale tra tutte le diverse forze politiche sull'ipotesi di tagli alla Sanità per 3 miliardi, oggi come in un rigurgito incoercibile, il problema si ripresenta nel DL stabilità, approvato  dal governo, sotto forma di tagli (generici) alle Regioni nella misura di altri 4 miliardi  da sommare agli 1,75 miliardi già tagliati dai precedenti governi: in realtà le Regioni potranno ammortizzare queste riduzioni del finanziamento evidentemente risparmiando appunto sulla sanità e sui trasporti e/o anche appesantendo alcune tasse.

Tutti i presidenti regionali gridano al tradimento: è stato violato il patto per la salute, l'intesa sottoscritta il 10 luglio scorso, che stabiliva il piano di investimenti nel settore sanitario per il triennio 2014-2016.

Legge 194: in riduzione il ricorso alla IVG

Ieri è stata presentata in Parlamento dal Ministero della Salute la relazione annuale relativa alla applicazione della legge 194/78 (quella riguardante l'aborto, ndr) completa dei dati definitivi del 2012 e quelli provvisori del 2013.
Il numero di interruzioni volontarie di gravidanza risulta in riduzione, confermando con questo la tendenza già registrata negli anni precedenti: secondo i dati ufficiali nel 2013 sono state effettuate 102.644 IVG in calo rispetto al dato definitivo del 2012 (107.192) del 4,2%. Il tasso di abortività, ovvero il numero di IVG per 1.000 donne in età fertile (15 - 49 anni) risulta del 7,6/1.000 nel 2013 e quindi in riduzione del 3,7% rispetto al 2012, quando era del 7,9/1.000.

Tende a ridursi anche la natalità: le nascite nel 2013 sono 503.745 al confronto con quelle del 2012 che erano 527.770.
Il 34% delle IVG che si praticano in Italia sono richieste da donne straniere. Tra le ragazze che hanno meno di 18 anni il tasso di abortività è del 4,4/1.000 nel…

Io spalo, tu spali, egli no e perciò nemmeno io

Chi scrive le sceneggiature, adesso coniuga il verbo spalare: qui si spala a Genova, Parma e ad Alessandria, la reazione del mondo politico si articola tra paroloni e qualche passerella, poi c'è chi spala e chi invece no.
Dicono che Grillo oggi è andato a Genova, che mi pare sia pure la sua città d'origine: Grillo non spala, ha messo a spalare i suoi parlamentari e tanto basta, del resto chi volesse vedere un leader spalare dovrebbe chiederlo a Renzi, in fondo è stato così spiritoso a farsi l'Ice Bucket nel caldo dell'estate, perché non potrebbe esserlo a spalare fango nell'umido dell'autunno?

Niente, Renzi spalare non l'abbiamo visto e manco Grillo, il quale ultimo potrebbe sempre addurre a scusa il mal di schiena per la veneranda età, essendo lui vecchietto: il ricambio generazionale è rappresentato da Renzi, mica da Grillo!

Riconoscere la Palestina: dopo la Svezia si muove la Gran Bretagna

La Svezia si è mossa per prima: il 5 ottobre il primo ministro svedese, Stefan Lofven, ha espresso l'intenzione di riconoscere la Palestina come Stato, rilevando che in questo modo la Svezia ha inteso rendersi promotrice tra le nazioni della UE di una iniziativa tesa a favorire la pace israelo-palestinese, obiettivo raggiungibile solo previo appunto il riconoscimento di dignità e diritti alla Palestina.
L'esempio svedese, malgrado abbia subito suscitato polemiche, oggi è stato seguito dal Parlamento inglese: una mozione per il riconoscimento della Palestina come Stato è stata approvata dal Parlamento del Regno Unito con  274 voti favorevoli e 12 contrari.

Doodle di Google. Hannah Arendt: la banalità del male

A 108 anni dalla sua nascita, oggi Google dedica il suo doodle ad Hannah Arendt: voglio parlarne non  perché lei sia stata una delle vittime della persecuzione razziale nazista, ma per alcuni contenuti interessanti del suo pensiero.
Le persecuzioni e le pulizie etniche purtroppo continuano ancora oggi nel nostro mondo e ricordare ha senso solo quando serve a non ripetere gli stessi errori, mentre sarebbe perverso crogiolarsi nella memoria se questo dovesse invece servire a distogliere l'attenzione da errori analoghi che si stanno commettendo nel presente per dedicarsi solo a piangere sul sangue già versato.
La realtà è che errori simili sono stati ripetuti e si stanno ancora oggi ripetendo, perché in fondo proprio come pensava la Arendt il male è cosa ordinaria e banale, un comportamento crudele ed inumano che in determinati contesti culturali può essere perpetrato anche da persone assolutamente mediocri ed insignificanti, magari scarsamente critiche, ma non propriamente sadiche o …

Giornata nazionale della sindrome di Down

Oggi, 12 ottobre, bisogna ricordarlo, si celebra la giornata nazionale della sindrome di Downistituita nel 2003 con lo scopo di  rompere i pregiudizi e fornire stimoli culturali mirati a cambiare un atteggiamento sociale tendente ad emarginare ed escludere i disabili.

Le persone affette da sindrome di Down non sono affatto tutte uguali, ma anzi ciascuna diversa dall'altra esattamente come le persone che non presentano nessun disgenetismo: sono  diverse sia per temperamento, tipo di personalità e sensibilità come chiunque altro  e sono diverse anche per complesso dei sintomi e gravità della compromissione intellettiva.
Bisogna riconoscere che effettivamente la mediana di Q.I. delle persone con sindrome di Down è spostata rispetto a quelle cosiddette "sane", ma esistono anche in questo, come in molti altri aspetti, differenze anche rilevanti tra una persona ed un'altra.

E per cena? Mozzarella in carrozza! (ricetta)

Buona domenica cari amici! Sarò breve ed ho ancora un paio di faccende da sbrigare prima di sera, quindi vi dedicherò giusto il tempo di un salutino ed una ricetta semplice semplice per soddisfare i languorini che, malgrado il pranzo domenicale, torneranno a farsi presenti tra poche ore.
Lo so: voi a quest'ora non ci pensate affatto a mangiare, anzi stasera avete deciso di limitarvi alla frutta. Tenete conto però del fatto che non siete gli unici a popolare la vostra tavola e che i soggetti in giovane età che normalmente vi occupate di sfamare, camminano, saltano, corrono e fanno le partite di pallone, insomma: niente da fare! Stasera avranno fame.
Allora se non volete perdere molto tempo potete preparare la mozzarella in carrozza.

Storie di straordinario bullismo: la vittima dell'autolavaggio

Del fatto si continua a parlare da tre giorni, da quando è avvenuto l'8 ottobre:un ragazzino di 14 anni è stato ridotto quasi in fin di vita da tre uomini di 24 anni che si divertivano a  deriderlo per la sua pinguedine. La vicenda raccapricciante si è consumata in un autolavaggio a Pianura di Napoli ed in pieno giorno.
Nella foga di vessare il ragazzino si è passati dalle parole ai fatti ed uno dei tre, certo Vincenzo Iacolare,  ha preso un tubo ad aria compressa ed  ha finito per provocare al ragazzo gravi lesioni intestinali. L'uomo è stato arrestato, ma i suoi familiari dicono che non voleva fare del male: certo voleva solo divertirsi o press'a poco, ma non si  divertiva certo facendo del bene, infatti è difficile immaginare che il ragazzo si dimostrasse a  sua volta contento o divertito mentre avveniva il fatto.

600.000 bambini disabili ogni anno a causa del piombo

Secondo la stima dell'OMS ogni anno 600.000 nuovi casi di disabilità intellettiva dei bambini sono dovuti alla intossicazione da piombo. L'esposizione al piombo durante l'infanzia e l'età dello sviluppo è  infatti la più pericolosa, ma in generale il metallo è ancora oggi responsabile di 143.000 morti ogni anno nel mondo. Le regioni maggiormente colpite dalla intossicazione sono quelle del sud-est asiatico (la metà dei casi) seguite da quelle del Pacifico occidentale e del Mediterraneo orientale (circa un quinto dei casi).
Cos'è l'intossicazione da piombo? Viene chiamata anche saturnismo ed è dovuta principalmente all'assorbimento di piombo per via orale o inalatoria, molto più limitato l'assorbimento cutaneo, che di solito non è una fonte rilevante di intossicazione. Il metallo si accumula nell'organismo e produce alterazioni gravi a carico di diversi organi ed apparati: sono interessati i denti, il sistema digerente, con coliche, anoressia e vari d…

A Genova piove: governo ladro!

"Piove, governo ladro!"quand'ero  ragazzina sembrava una battuta ironica sull'abitudine che  ha la gente di prendersela con la politica ed il governo anche quando sembra proprio che non c'entrino nulla, come nel caso di un fenomeno meteorologico, poi però tanti anni fa accadde qui in paese una disgrazia terribile: due bimbe piccole, due sorelline tornando da scuola furono sorprese nel cosiddetto Canalone (un viottolo che si snoda tra due terrapieni) dalla piena dell'acqua che scendeva dal Vesuvio durante un acquazzone. Non era la prima volta che accadeva una cosa del genere: tutti i temporali di fine estate ed inizio autunno portavano a mare qualche automobile e qualche persona, che finiva annegata ed il cui corpo poi veniva ritrovato dopo tempo da qualche parte nel golfo.

Giornata nazionale del camminare

Domenica, il 12 ottobre, Feder Trek ha organizzato la giornata nazionale del camminare: "A piede libero verso un'Italia che cambia" è il titolo del Convegno che si terrà domani a Roma in occasione della terza edizione della giornata del camminare prevista domenica.
Si tratta di una iniziativa mirata a sensibilizzare cittadini ed istituzioni sui problemi di sostenibilità ambientale e vivibilità dei centri urbani, ma anche per coloro che parteciperanno, l'opportunità di scoprire nuovi percorsi nella propria città.
L'Istat per l'occasione ha diffuso alcuni dati relativi alle attività sportive ed agli spostamenti urbani: nel 2013 aumenta il numero di bambini che soli o accompagnati si recano a scuola a piedi, sono il 29%, mentre erano il 25,9% nel 2009. Quelli che si muovono a piedi sono soprattutto i bambini ed i ragazzi fino ai 13 anni: il 33,2% da 0 a 5 anni, il 38,4% tra 6 e 10 anni ed il 41,7% tra gli 11 ed i 13 anni. La fascia d'età tra i 25 ed i 34 ann…

I bambini in primo piano al Nobel per la pace

Quest'anno sono i bambini i veri vincitori del premio Nobel per la pace, perché il riconoscimento è andato a due persone che proprio ai bambini, alla lotta per l'istruzione ed a quella contro lo sfruttamento minorile nel lavoro, hanno dedicato la propria vita.
Le due persone che sono state insignite dell'onorificenza sono Kailash Satyarthi e la giovanissima Malala Yousafzay, la ragazzina pachistana vittima nel suo paese del grave attentato  terroristico mirato ad ucciderla. Lei era ed è colpevole di avere combattuto a rischio della sua stessa vita in favore dell'istruzione per bambine e bambini. L'altro premiato, Kailash Satyarthi, è un attivista indiano che da tempo si batte contro lo sfruttamento minorile nel proprio paese.

Giornata mondiale della salute mentale 2014: vivere con la schizofrenia

Ricorre oggi, 10 ottobre, la giornata mondiale della salute mentale, un giorno dedicato alla sensibilizzazione sui problemi della malattia psichica.
Quest'anno il tema scelto è "Vivere con la Schizofrenia".
Cos'è la schizofrenia? Molte persone considerano questa una diagnosi gravissima e connotata da un decorso ineluttabilmente ingravescente con accessi deliranti regressione e deterioramento mentale, disadattamento ed incapacità di conservare la propria autonomia.
Si tratta della forma forse più conosciuta e più temuta di psicosi e sulla quale si sono create leggende ed intrecci romanzeschi: una diagnosi intramontabile.
Schizofrenia si intitola  il relativo capitolo del vecchio manuale psichiatrico di Silvano Arieti degli anni '70 ed il medesimo titolo ha anche il capitolo oggi dedicato dal DSM 5.

Jobs ultimo act

Posta la fiducia sul maxi emendamento alla riforma del lavoro, presentato  dal governo in Senato, la minoranza PD si piega al prendere o lasciare e vota la fiducia, dicono per non spaccare il partito, però Mineo esce dall'aula e Tocci  si annuncia dimissionario.

Renzi, lui va avanti (chi lo ama lo segua) Mekel è contenta (di vedere in ginocchio il popolo italiano) ma la Fiom no: loro invece vogliono manifestare contro e non ci vogliono chi si è piegato a votare la fiducia: il PD non rappresenta più i lavoratori, questa è la realtà e la campagna di tesseramento, che ha registrato il suoi crollo nei giorni scorsi, lo conferma.

Scoperta Clinica degli orrori in Molise

Ieri i NAS hanno scoperto l'ennesima clinica degli orrori, una casa di cura per anziani e disabili di Montaquila (Isernia): l'indagine già avviata da circa un anno ha visto impegnati i NAS di Napoli, Salerno, Bari, Foggia e Campobasso. Sono state emesse 13 ordinanze di custodia cautelare dal Gip del tribunale di Isernia e disposto gli arresti domiciliari per diversi operatori sanitari e socio assistenziali tra cui uno specialista neurologo, titolare della residenza "protetta" nel cui ambito i degenti venivano sistematicamente abusati e costretti a subire maltrattamenti ed incuria.
Le imputazioni comprendono infatti le accuse per maltrattamenti, sequestro di persona, abbandono di incapace, lesioni e percosse.

Cronaca di un prosaico addio

Inghiottì amaro in un attimo senza dare  il tempo a lei di scorgerlo, né a se stesso  quello di trattenere  percepire completamente il colpo: certe cose a contatto con un corpo caldo si liquefanno in lacrime, ma gli uomini non piangono e lui di sicuro non lo avrebbe fatto.
Deglutì per la seconda volta il rospo tutto intero che pareva volesse tornare su, sempre senza assaporarlo affatto, ma lo sentì amaro lo stesso come fiele.
Non poté trattenere una smorfia di disgusto, la guardava:
- è così, allora ...
Fu tutto quello che riuscì a pronunciare.
Lei non lo guardava: era concentrata sulla scelta dell'abito, distratta o voleva apparire tale, era seria, ma non preoccupata, indifferente, ma non gelida.

Nei minuti di silenzio che seguirono lui rimase impalato, come se aspettasse ancora una risposta, si domandava il da farsi, poi si decise a girare le spalle per uscire dalla stanza.
Sembrava che lei aspettasse  proprio quel momento e senza dagli tempo di raggiungere la soglia, gli sibilò…