Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

Il mistero della mamma scomparsa (parte decima)

Salva era fatta così: era proprio nei momenti più critici che riusciva a girare in tondo, perdere tempo, imboccare percorsi tortuosi e... dormire, il piacere del sonno e del suo soffice letto non suscitavano mai in lei tanto entusiasmo quanto in quei momenti particolari, quando cioè c'era qualcosa di urgente da risolvere o qualche decisione da prendere.
La cosa strana era che quando il riposo cominciava ad annoiarla allora si avviava a fare qualcosa di risolutivo, ma senza averci affatto pensato prima: sembrava quasi che utilizzasse gli agiti piuttosto che il pensiero per conoscersi e capire cosa voleva realmente per se stessa.
Forse c'era stata qualche eccezione a questa linea di condotta, ma non si verificò alcuna eccezione in questo caso: Salva aprì gli occhi col sole già alto, si crogiolò ancora un pochino tra le coltri, prese tutto il tempo che le serviva per lavarsi e rassettarsi, quindi si gingillò a lungo tra le sue suppellettili , raccolse alcune piccolezze e gli  eff…

La guerra ignorata: 1,25 milioni l'anno di morti sulle strade

Cifre che sgomentano, ma non si tratta di lotte armate o calamità naturali: sono i numeri della grande guerra dell'asfalto, i morti per incidenti sulle strade, il prezzo pagato dall'umanità per contrarre gli spazi e le distanze nei tempi brevi sufficienti a percorrere le strade con i moderni mezzi di trasporto.
Secondo la stima dell'Omsancora oggi abbiamo 1,25 milioni di cadaveri ogni anno sulle strade del mondo: si tratta dei dati del Global Status Report sulla sicurezza stradale 2015 diffusi dal sito della Organizzazione Mondiale della Salute pochi giorni fa.
Anche in questo settore il tributo più elevato per numero di vittime è quello pagato dalle popolazioni meno abbienti nei paesi più poveri: nell'ultimo triennio il numero di morti per incidenti si è ridotto in 79 nazioni, ma è aumentato in altri 68 paesi, mentre la quantità di autoveicoli in circolazione va incrementandosi dappertutto.

La terra dei fuochi: non solo cancro

La miniera di veleni killer accumulati nella cosiddetta "terra dei fuochi" costituisce una fonte di gravi pericoli non solo per la salute umana, ma anche per gli equilibri ambientali e l'intero ecosistema: il Cnr, incaricato dal Commissario di governo alle bonifiche, ha iniziato a monitorare le emissioni gassose dei territori interessati già da alcuni mesi e, anche se lo studio dovrà essere articolato in un arco di tempo esteso per un biennio, sono stati già resi disponibili alcuni dati preliminari sui risultati ottenuti fino ad oggi.

Microbi dell'intestino e cervello: un rapporto possibile

Un filone di ricerca molto interessante non solo sotto l'aspetto scientifico, ma anche sotto il profilo culturale ed umanistico è quello segnalato da un recente articolo di Naturedove si parladella possibile influenza che il microbiota intestinale eserciterebbe sullo sviluppo cerebrale e comportamentale degli individui.
La ricerca ovviamente interessa molto le aziende che forniscono integratori e probiotici e per questo si tratta di una tendenza ben finanziata ed in crescita.

La cosa in effetti rimanda alla cultura della sacralità del cibo, uno degli argomenti costantemente soggetti a regolamentazioni, normative, prescrizioni e divieti di carattere religioso, una sacralità che trova le sue radici ancestrali nelle abitudini di vita primitive e tribali, quando la posizione nella catena alimentare all'interno di una fauna naturale ed il tipo di cibo conquistato e consumato rappresentavano il primo obiettivo quotidiano per la necessità di sopravvivenza, ma anche la prima fonte di m…

Vaccinazioni: parliamone

La settimana scorsa, il 5 ottobre, il Ministero della Salute ha segnalato in un comunicato stampa il calo della copertura vaccinale nel nostro paese: nel 2014 infatti la copertura vaccinale per le principali infezioni prevenibili (poliomielite, tetano, difterite, epatite B e pertosse) è scesa sotto la soglia del 95% in calo quindi rispetto al 2013 quando invece risultava al di sopra di questa soglia, il calo più drammatico comunque ha riguardato il vaccino Mpr (morbillo-parotite-rosolia) che da una copertura del 90,3% del 2013 è sceso nel 2014 all'86,6%, mentre è rimasto stabile il vaccino contro l'Haemofilus influenzae b con il 94.5% di copertura.
Nel comunicato naturalmente il Ministero mette in guardia dai rischi potenziali di una tale situazione: come è intuibile infatti un'adeguata copertura vaccinale basta a proteggere l'intera popolazione (compresi coloro che non possono vaccinarsi per particolari condizioni e/o patologie) mentre scendere al di sotto delle sogli…

Scuole: il nodo dell'assistenza materiale ai disabili

Malgrado siano ormai trascorsi 14 anni dalla Circolare del Miur del 30/11/2001 con cui veniva trasferito agli istituti scolastici il compito di provvedere all'assistenza di base degli alunni disabili, ancora sussistono non pochi problemi ed incomprensioni sull'argomento: i conflitti che vengono a generarsi coinvolgono sovente anche le organizzazioni sindacali di riferimento per i collaboratori scolastici e non sempre appaiono di semplice ed immediata soluzione con grave detrimento per gli alunni in situazione di handicap che necessitano di assistenza per le ordinarie operazioni igieniche. 
Accade che per alcuni di questi alunni la frequenza scolastica sia resa impossibile per l'incapacità della istituzione scolastica a districarsi tra mansionari e questioni sindacali.
Da questo punto di vista è bene ricordare che la privazione del diritto alla integrazione scolastica dell'alunno disabile, così come previsto dalla L.104/92 è una responsabilità che ricade  sul dirigente sc…

Obesity day 2015

La giornata nazionale contro l'obesità, che ricorre oggi, 10 Ottobre, quest'anno è centrata soprattutto sulla obesità infantile: una emergenza per la quale l'Oms ha già da tempo lanciato l'allarme, inoltre programmato un piano d'azione 2014-2020 in febbraio 2014 ed istituito quindi un'apposita Commissione ECHO  il 15 maggio dello scorso anno (2014). La Relazione finale della Commissione è stata aperta ai commenti dal 29 settembre e lo resterà fino  al prossimo 13 novembre sul sito OMS.
L'obesità è universalmente nota come un rilevante fattore di rischio per molte malattie non trasmissibili, quali: diabete, malattie cardiovascolari ed ictus, cancro della mammella, del colon e dell'endometrio, artrosi, inoltre la presenza di obesità durante l'età evolutiva risulta associata con un abbassamento significativo delle aspettative di salute e di durata della vita da adulti.

Il 10 Ottobre la giornata mondiale per la salute mentale

Domani, il 10 Ottobre, si celebra la giornata mondiale per la salute mentale: una di quelle ricorrenze create apposta per promuovere informazione e sensibilizzazione sul tema.
Quest'anno l'OMS ha centrato la giornata sul target della dignità umana delle persone con disturbi psichici: in base ai trattati ed alle Convenzioni internazionali infatti, non solo a tutti gli individui vanno garantiti dignità e diritti, ma la discriminazione di una persona a causa di una disabilità viene esplicitamente definita una violazione della dignità connaturata all'essere umano.
Purtroppo la malattia mentale è un disturbo che compromette la stabilità emotiva e le capacità di giudizio critico e con essi la possibilità di elaborare ed utilizzare meccanismi di difesa efficienti in quelle che eufemisticamente siamo usi definire le fisiologiche dinamiche di competizione nei gruppi sociali.

Il mistero della mamma scomparsa (parte nona)

Dopo cena, quando il padrone di casa si fu ritirato nel suo studio, le due donne si diedero da fare per sparecchiare in fretta: in genere Salva si ritirava subito dopo a sua volta, amava leggere nella sua camera e contemplare il cielo stellato sul balconcino oltre la vetrata.
Le piaceva scivolare nelle sue fantasticherie oziose molto più che chiacchierare dei frutti dell'orto e della grandine con Sara: la domestica era una donna esperta e tutt'altro che stupida, se ne intendeva di infermieristica e di cucina, riusciva a cogliere lo stato d'animo della gente, solo sogguardandoli con i suoi occhietti acquosi e penetranti ed indovinava sempre i modi e le parole giuste per farsi strada ovunque ed arrivare dove voleva, ma liquidava sprezzantemente come "sciocchezze" qualunque cosa non avesse una utilità o non si potesse mangiare o toccare e soppesare con le mani. Di certo non avrebbe compreso il fascino esercitato su Salva da certi pensieri e fantasie, anzi se la sorp…

Assegnato il Nobel della medicina per la salute dei poveri

Tre scienziati anziani, tra gli 80 e gli 85 anni, si sono aggiudicati quest'anno il premio Nobel per la medicina, si tratta di:

William Cecil Campbell, di nazionalità irlandese, nato nel 1930, premiato per le sue ricerche sugli ascaridi e le parassitosi in generale.Satoshi Omura, nato nel 1935, biochimico giapponese premiato per la scoperta di un nuovo farmaco contro le parassitosi.Tu Youyou, cinese, nata nel 1930 e premiata per le sue ricerche sulla malaria compresa l'individuazione di nuovi farmaci efficaci nel combatterla. In pratica sono stati gratificati gli scienziati che in campo medico hanno dedicato la vita a studiare e combattere le malattie della parte povera del mondo.

Bombe "intelligenti" e bombe superdotate

Vero che ormai da anni ci affliggono l'anima con questa storia delle bombe intelligenti, che se uno volesse filosofeggiare, cercando il pelo nell'uovo, come si addice alle menti sottili, avrebbe da rilevare che la formulazione linguistica contiene una contraddizione in termini ed infatti, posto che (sillogismo aristotelico) tutte le bombe sono espressione della più ottusa ferocia umana, evidentemente se questa specifica (di cui parliamo oggi) è una bomba necessariamente non potrà sfuggire alla connotazione caratterizzante della categoria (l'assenza della summenzionata qualità esclude l'oggetto dalla categoria stessa) ovvero quella di essere ottusa, idiota, stupida, imbecille, scema  e avanti coi sinonimi, tenendoci nei limiti di quanto accettabile nel linguaggio urbano e forbito (quello ascoltabile senza scandalo dalle nostre madri, che pure a ben pensarci, all'uopo hanno detto anche le loro e farebbero meglio perciò a non scandalizzarsi troppo).

Gli over 60 raddoppieranno entro il 2050

Il numero di persone al di sopra dei 60 anni è destinato a raddoppiare entro i prossimi 35 anni: questo è quanto previsto dall'ultimo rapporto OMS, pubblicato il 1° Ottobre in occasione della giornata internazionale degli anziani. L'umanità invecchia dunque, ma questa cosa non è nuovissima: il problema è che, malgrado la ricerca medica abbia allungato la durata media della vita, non è però ancora riuscita a migliorarne adeguatamente la qualità. Insomma molti di coloro che invecchiano lo fanno male con importanti problemi di salute: benché probabilmente non sia corretto considerare la vecchiaia una malattia in se stessa, essa senza dubbio rappresenta una condizione di rischio per un considerevole numero di patologie croniche.

2 Ottobre: la festa dei nonni

Dieci anni fa, nel 2005, la festa dei nonni è stata introdotta anche in Italia: va detto che questa ricorrenza viene celebrata già da più vecchia data anche in altre nazioni, ma in giorni diversi.
In Italia la festa dei nonni è stata ufficializzata con una legge (L. n. 157 del 31/07/2005) ed è stata fissata il 2 ottobre in coincidenza con la ricorrenza cattolica della festa degli angeli custodi, per questo oggi anche Google Italia ha dedicato un doodle ai nonni per il loro insostituibile ruolo educativo verso le nuove generazioni: ci vengono infatti proposte le immagini di una nonnina sorridente circondata da una nidiata di nipotini condotti a passeggio sulle sponde di un lago ad osservare le papere che nuotano e quella di un nonnetto intento alla pesca, anch'egli in compagnia dei bimbi.

Il vantaggio dei nonni sta nel fatto che hanno tempo, al contrario dei genitori giovani ed  impegnati nelle loro tante attività: i nonni, anche se magari non vanno a passeggio e per qualche motivo…

Straniero nella notte (poesia)

La spossatezza della sera scompone e frammenta i pensieri, lasciandoli scorrere ed ammassarsi in silenzio nella parte oscura della clessidra, dove nessuno potrà più scalfirli: intatti come reperti fossili a sfidare il tempo e la storia. 
Al buio brillano vicine le luci del calore domestico: infinitesimali sotto gli argenti siderali, ma vicine da percepirne il tepore appena accennato. Un desiderio, un dolore, una speranza, una fatica: qualcosa di umano e sintonico, in risonanza nello sguardo che le contempla senza domande, né conoscenza.
Nessuno è straniero ed ogni cosa è straniera nella notte.



STRANIERO NELLA NOTTE