Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2017

La globalizzazione del pettegolezzo e la spettacolarizzazione del dolore

Mio nonno diceva: "Cala il bastone e volano gli stracci". Un proverbio antico, attinto all'atavica saggezza popolare, che contiene una verità profonda. Quando cala la scure moralizzatrice dall'alto degli scranni mediatici dei nostri intellettuali, manco a dirlo, volano gli stracci! Ora mi è capitato di leggere questi sermoni moralizzatori a proposito della penosa vicenda di cronaca accaduta ad Ischitella in provincia di Foggia, dove si è consumata la più feroce vendetta trasversale da parte del solito uomo che ha ucciso la figlia quindicenne della ex compagna, rea di averlo lasciato e di essersi poi resa irreperibile per sfuggire alle persecuzioni dell'ex. 
Lui si è poi suicidato, sottraendosi quindi alla giustizia umana, mentre la madre ha manifestato rabbia e dolore sui social, facebook per l'esattezza, complice il profilo pubblico (che facebook propone in automatico, salvo scegliere poi opzioni diverse). La donna inoltre (udite, udite!) si è prestata anche …

22 Settembre: Equinozio d'Autunno

Siamo abituati a pensare che l'autunno inizi il 21 settembre, perché così vuole il nostro calendario ufficiale. In realtà invece, il calendario che usiamo è un po' sfasato rispetto all'anno astronomico (che corrisponde alla durata del giro di rivoluzione della terra intorno al sole) ed è per questo che ogni quattro anni dobbiamo aggiungere il 29 febbraio per recuperare una migliore corrispondenza tra il calendario ufficiale e quello astronomico. In realtà l'autunno comincerà oggi, esattamente alle 22,02 nel nostro fuso orario perché esattamente in quel momento i raggi del sole cadranno perpendicolarmente all'asse terrestre all'equatore. 
Google ci ha ricordato l'evento con un simpatico doodle animato: un topino con la gola avvolta in una sciarpetta rossa, che saltando su un tappeto di foglie secche finisce per infilarsi nella sua tana al calduccio a bere una tisana bollente. Questo è un piccolo vantaggio della informatizzazione perché fino a non moltissimi…

I libri dell'estate

Vacanze bollenti quest'anno: amo il mare e ci sono stata anche questa volta infatti, per un paio di settimane, luoghi abituali, nulla di che. In effetti proprio quest'anno magari il fresco della montagna avrebbe avuto i suoi vantaggi, ma per quanto mi riguarda senza mare non è vacanza: può essere un viaggio magari, ma non La Vacanza. La testardaggine ha il suo prezzo e così abbiamo sofferto il caldo eccezionale dell'annata col vantaggio di poterci tonificare con qualche bella nuotata nell'acqua limpida. 
Parte importante della mia vacanza abituale sono le passeggiate a piedi e le letture: nel tardo pomeriggio o la sera dopo cena, dal mio residence scendo a piedi fino al porticciolo del paese, lì un libraio piazza un tendone nel quale riversa tutta la paccottiglia rimasta invenduta nel negozio durante il periodo invernale. Il mio cerimoniale prevede che una volta raggiunto il tendone, io mi dia ad una paziente ricerca tra volumi e volumetti accatastati sugli scaffali sec…

Lo stupro normale

Sta facendo discutere molto in questi giorni l'infelice esternazione del giovane Abid Jee 24 anni, mediatore culturale dipendente di una cooperativa bolognese impegnata nell'accoglienza dei migranti. Nel post pubblicato in un italiano approssimativo sul proprio profilo facebook, l'uomo commenta i recenti fatti di Rimini ed esprime il suo punto di vista sullo stupro: "è un atto peggio ma solo all'inizio (...) poi la donna si calma e si gode come un rapporto sessuale normale".
Cose che uno potrebbe effettivamente chiedersi: ma ci è o ci fa? Perché, dico: è ovvio e lapalissiano che una buona parte degli uomini la pensino a quel modo e che lo manifestino quotidianamente nei comportamenti e nei giudizi, ma non lo espliciterebbero così verbalmente sulla pubblica piazza e per iscritto per giunta! Ovvio, è un immigrato, a giudicare dall'italiano traballante, ed è giovane, dice cosa pensa senza tenere conto delle considerazioni di opportunità e delle ipocrisie prop…

Torre Del Greco: la polemica della balneabilità

Quelle di Torre Del Greco, ancora oggi, possono sembrare molto simili a tutte le altre spiagge della costa tirrenica: esse invece hanno una loro storia in parte naturale ed in parte (in)civile. In questi ultimi giorni se ne è parlato a proposito della estensione delle "balneabilità" a tutto il litorale cittadino da via Calastro alla intera litoranea. La notizia sotto il profilo formale è reale e verificabile, semplicemente consultando il sito del Portale delle Acque del nostro Ministero della Salute. In effetti tutto il lungomare dalla zona nord di Portici fino al confine tra Torre Del Greco e Torre Annunziata risulta balneabile. Nella nostra cittadina in particolare sono finalmente del tutto scomparse le ordinanze di divieto di balneazione e tutti i lidi hanno il loro bravo cartellino verde: dovremmo rallegrarcene, ma soprattutto: possiamo fidarci? Al riguardo non sono mancate polemiche nei social da parte di cittadini che hanno postato riprese video poco confortanti sullo …

Sessismo: un modo di reagire alle proprie insicurezze

Che il sessismo possa rappresentare una tecnica di autoaffermazione della propria virilità minacciata o comunque in crisi, può apparire quasi un luogo comune: in effetti corrisponderebbe a quel meccanismo di difesa indicato come conversione nell'opposto. Si tratta di uno stratagemma difensivo, che porta ad esagerare la caratteristica opposta a quella che si teme, esprimendo al contempo grande disprezzo proprio per quella determinata connotazione. Ad esempio: se io ho paura di essere debole, esibirò atteggiamenti molto duri e grande disprezzo per le persone fragili, se invece ho paura di essere o poter diventare una persona socialmente emarginata, sarò in prima fila nel mostrare odio e disprezzo per gli straccioni. Cose di questo genere accadono spesso in una varietà di situazioni di vita ordinaria. Possiamo anche aggiungere che sentimenti di incertezza e paura producono malessere interiore e che scaricare altrove i propri sentimenti negativi è il modo più semplice per liberarsene …

Amicizia: un valore confermato dalla scienza

L'amicizia è un argomento poco studiato a livello medico-scientifico: fino ad oggi infatti, gli studi delle relazioni umane sono stati prevalentemente focalizzati sulle dinamiche interne ai nuclei familiari, presumendo, a giusta ragione peraltro, che siano proprio questi i rapporti che improntano la personalità degli individui. A parte generiche asserzioni sull'importanza di una  ricca rete sociale di supporto rispetto al generale benessere dell'individuo, poco è stato studiato in forma specifica sull'impatto che, l'amicizia nel senso positivo del termine, può avere sul carattere e sui vissuti soggettivi di una persona. Si è detto quasi tutto sulle relazioni negative, caratterizzate da bullismo e/o condizionamenti fondati sulla esigenza del singolo di identificazione al gruppo di appartenenza, pressioni sociali che nel peggiore dei casi sconfinano nel plagio mentale, ma ben poco fino ad oggi è stato scritto o studiato sul valore positivo dell'amicizia.
Questi or…

Le ali della paura

Ora era silenzio: rimase  per un po' immobile, accucciata dolorante tra la credenza ed il tavolo. Come ci fosse finita non riusciva a ricordarlo, ma percepiva bene la paura. La paura, quella vera, quella che ti annienta mentalmente come un pugno nello stomaco che svuota le viscere. Un involucro vuoto: si sentiva così, un po' al di sotto di uno scarafaggio in fuga in una crepa del muro. Lo scarafaggio vuole salvarsi, lei invece non riusciva a muoversi. Un'occhiata all'orologio sul muro di fronte a lei: erano le sette di sera, già tardi e c'era da pensare alla cena. L'idea le balenò nella mente accompagnata da un sibilo di terrore e da un'angoscia febbrile. Doveva sbrigarsi: cominciò a tirarsi su, le facevano male le ginocchia, intravide un grosso livido sulla coscia e sentiva il labbro tumefatto, evitò con attenzione lo specchio e si diresse verso il bagno per ripulirsi con l'acqua fredda: si lavò con cura e circospezione il viso e le mani, tamponò la co…

Tramonto sul mare

Cade il sole e si disperde la luce nel pulviscolo bruno come polvere di carbone sulla brace di fuoco vivo. Il mio sorriso segue il contorno disegnato dalla direzione dello sguardo, intento nel silenzio. Ammiro la dolcezza grandiosa e fugace, come la carezza ombrosa e fuggitiva dell'amante. Divampa il cielo ed i lembi squarciati sull'astro al tramonto. Dileguano in volo inseguite da menti confuse, immagini nitide ingoiate dal filo di seta sottile all'orizzonte. Ed il respiro è sospeso in un istante immenso e dilata il pulsare del tempo. Scorre come l'acqua di fiume, torna come l'onda increspata di spume bianche e rosate sul mare e respira: tiepida brezza leggera soffiata tra le ciocche spioventi sulla candida fronte.

La guerra che viene allo scoperto

Dunque non siamo in pace: gli ultimi eventi lo hanno confermato. Al momento nessuno ci sta bombardando, ma le tensioni e le esibizioni muscolari sulla scena internazionale non promettono nulla di buono. Una breve sintesi della situazione a favore di quei lettori che seguono poco i telegiornali: oggi nel giorno della "domenica delle palme", il giorno consacrato ai ramoscelli di ulivo, simbolo di pace, continuano le stragi ed esplodono bombe. Una  bomba oggi è esplosa in una chiesa cristiana in  Egitto, a Tanta, una cittadina poco al nord del Cairo ed un'altra ad Alessandria ancora in una chiesa cristiana copta, questa mattina durante le funzioni religiose: a Tanta 25 vittime accertate al momento mentre il numero dei feriti è circa il doppio dei morti, ad Alessandria forse almeno 11 morti ed il triplo di feriti, ma sono cifre provvisorie. 
Gli attentati arrivano dopo un crescendo di violenza, iniziato 4 giorni fa con un attacco con armi chimiche in Siria in una zona control…

Giornata mondiale della salute dedicata alla depressione

La depressione è la malattia del nostro tempo ed oggi in occasione della giornata mondiale della salute, l’argomento viene portato all’attenzione dei media e del grande pubblico dalle organizzazioni sanitarie nazionali e mondiali nell’ambito di una campagna già decollata il 10 ottobre 2016 (giornata mondiale della salute mentale) ed intitolata: “Depressione, parliamone”.
Secondo le statistiche OMS, la depressione è oggi la prima causa di malattie e disabilità nel mondo: 300 milioni sono le persone che ne soffrono, ma il dato più preoccupante è rappresentato dall’aumento di queste diagnosi, che già solo nelle statistiche ufficiali risultano cresciute del 18% nel decennio che va dal 2005 al 2015. La depressione tuttavia non è soltanto quella che arriva all’attenzione clinica: moltissime sono le persone che, se afflitte da forme non vistose ed eclatanti, tali comunque da non determinare una seria compromissione funzionale, non richiedono e non ricevono aiuto, restando pertanto in ciò che …

Autismo: oggi la giornata mondiale

Una giornata di sensibilizzazione e divulgazione informativa sull'autismo: una ricorrenza celebrata dal 2007 per volontà delle Nazioni Unite e da sempre simbolizzata dal blu: palloncini ed illuminazioni distribuiti un po' dovunque nel mondo. In Campania sono previste diverse iniziative prevalentemente concentrate nella città di Napoli, ma anche a Caserta ed a Salerno: da segnalare il progetto attuato a Capodimonte, dove per tutta la giornata di oggi ed in seguito per due domeniche mensili, verranno messi a disposizione dei bambini autistici e dei loro familiari, il laboratorio botanico e palestre all'aperto, nel programma è anche prevista una visita mensile al museo. L'idea è di sperimentare un modello inclusivo in uno spazio naturale dedicato al tempo libero ed alla cultura. 
Oggi non esiste persona che non abbia sentito parlare di autismo: tutti sanno o credono di sapere di cosa si tratti: in realtà, come spesso avviene nella società della connessione globale, le info…

La violenza di genere: emergenza sociale

Si è  concluso qualche ora fa il Convegno scientifico dell'Istat, tenuto oggi dalle 10,00 alle 17,30 a Roma presso l'aula magna di via Cesare Balbo, sulla violenza contro le donne in Italia: i dati presentati in effetti sono stati pubblicati da tempo, ma l'occasione riveste notevole valore culturale e di sensibilizzazione su di una materia urgente quanto trascurata nel nostro paese. La tavola rotonda conclusiva del Convegno infatti, ha riguardato appunto le risposte istituzionali ad una situazione drammatica. I dati sono quelli resi noti dall'Istituto di Statistica nel giugno 2015 (riferiti al 2014) sulla violenza di genere e nel novembre 2016 (ancora riferiti al 2014) sullo stalking e sono cifre agghiaccianti che è utile richiamare alla memoria: il 31,5% delle donne tra i 15 ed i 70 anni ha subito qualche abuso fisico (inteso come maltrattamento) o sessuale (stupro o molestie). Parliamo di una donna su tre e quindi di un fenomeno diffuso capillarmente. Una su cinque è …

Poletti sui campi di calcetto

Molte polemiche in rete, specie su twitter (dove sembra che non si parli d'altro) circa l'infelice uscita del ministro Poletti: un discorsetto a braccio tenuto ieri in una scuola di Bologna e nel corso del quale, rispondendo agli studenti, il nostro ministro del lavoro ha affermato che è più facile trovare lavoro giocando a calcetto (sic) piuttosto che inviando curriculum in giro. Ne è seguita una massiccia alzata di scudi nei diversi social: dicono che è stata offesa e negata la meritocrazia ed i giovani ancora una volta beffati, l'ondata di indignazione reclama scuse e dimissioni. Il ministro viene costretto a chiarire e spiegare il proprio pensiero, tentando di procedere su di un terreno quanto mai scivoloso (vedi la profonda frustrazione dei giovani e gli elevati tassi di disoccupazione). 
A dire il vero il curriculum è importante per partecipare ai concorsi pubblici nelle Pubbliche Amministrazioni, mentre le piccole e grandi aziende private sono libere di seguire i pro…

Prevenire l'invecchiamento: due ricerche recenti

Due nuovi filoni di ricerca mirati a prevenire la senescenza cellulare ed a riparare e danni del materiale genetico sono stati pubblicati di recente rispettivamente su Science e su Cell: i meccanismi molecolari individuati ed analizzati sono differenti, benché lo scopo comune sia quello di contrastare la senescenza delle cellule e con essa le mutazioni del DNA ritenute responsabili dell'invecchiamento e di diverse forme di tumore. Le linee di ricerca per entrambi i casi si sviluppano nell'ambito degli studi mirati alla prevenzione ed alla cura del cancro: incidentalmente le cellule cancerose e le loro mutazioni genetiche hanno alcune caratteristiche comuni con le cellule fisiologicamente senescenti, per cui i risultati delle ricerche, se si confermassero validi, potrebbero essere utilizzati per più di un singolo scopo.
La prima ricerca, condotta presso la Harvard Medical School, focalizza l'attenzione sulla Nicotinammide adenina dinucleotide (NAD) che secondo i risultati de…

Europa: l'ideale e la realtà

In questo momento 27 rappresentanti degli Stati appartenenti all'Unione Europea sono riuniti nella nostra capitale (sembra sia stato servito risotto  alla pescatora a pranzo): l'evento, seguito oggi da tutti i media, rappresenta una ratifica dei patti europei esattamente negli stessi luoghi e nella stessa data, il 25 marzo, che 60 anni fa ha visto il primo trattato, quello che istituiva l'Unione, gettandone le fondamenta. Roma è blindata: polizia, controlli, cielo chiuso e  diversi cortei,  contro oppure critici, ma comunque favorevoli alla UE. L'occasione è ghiotta per parlare di povertà, conflitti fra nazionalismi e culture, populismi, immigrazione e quant'altro si vuole, ma è anche il momento giusto per  proporre una riflessione, una soltanto. 
Non entriamo nella polemica pro e contro, né in quella che riguarda il Brexit, l'annientamento della Grecia e la costruzione di muri completa di istallazione di fili spinati ai confini, soprattutto da parte dei paesi d…

Cento primavere (poesia)

La primavera è la stagione dei colori, degli amori e della rinascita: lo so è anche la stagione delle allergie e quella che arriva puntuale a ricordarci che qualcosa deve morire perché la vita rinasca: nessuna cosa in natura accade senza un costo. Quando le primavere si accumulano sullo scaffale della nostra vita, qualcosa cambia nella fioritura: i petali che palpitano nel vento creano l'illusione di giovinezza e prodigioso richiamo al fascino della vita, ma sono destinati ad appassire e cadere presto per lasciare posto ai frutti che verranno, Non possiamo far durare i fiori: la loro natura è di soggiogarci e poi dimenticarci per perdersi in una nuova brezza.
Esala vapori
il limbo delle speranze:
colori nitidi di passione,
sfumati nell'attesa,
sbiaditi dal tempo.

Salgono alle nubi sognanti,
sgomenti della pioggia
di primavera,
precipitata in terra
a decomporsi
o nel mare
a disperdersi...
senza ritorno.

In fuga verso gli arcobaleni:
disegni di luce perfetta
sul cerchio di oriz…

Il razzismo uccide

Mentre le politiche populiste cavalcano il malcontento e la paura della gente coalizzandola ed aizzandola contro gli "stranieri", a Rimini un uomo italiano, aggredisce, massacra di botte, accoltella ed infine investe con l'auto un ragazzo di 25 anni considerato colpevole per il colore della sua pelle. A Londra un esaltato,  probabilmente un cane sciolto, forse affascinato dalla propaganda jihadista, ha ucciso quattro persone: erano passanti qualsiasi, gente colpevole di vivere in un paese occidentale e di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato... 
Anche i terroristi ormai devono limitarsi a suggestionare menti fragili e malate: è l'unico modo per non essere individuati e per evitare che attacchi organizzati vengano scoperti e sventati dai servizi di sicurezza. Non che la cosa sia in sé confortante, perché implica una imprevedibilità realmente pericolosa, ma in compenso sottolinea un aspetto cardine. I mandanti, che rivendichino o meno gli omicidi materialme…

Bizzozero a chi?

"Carneade... Carneade... chi era costui?" Andava biascicando il buon Don Abbondio, pure lui avvezzo peraltro alla frequentazione lombarda in prossimità del lago di Como. Ora, dico io: ma voi lo sapevate che in Lombardia  vivono i bizzozero? Saranno discendenti dei lanzichenecchi, perché bizzozero e lanzichenecco non fa rima, ma riconoscerete una certa assonanza e poi i lanzichenecchi odiavano Roma, considerata corrotta e si sa che attraversarono il Po godendo certo delle grazie di qualche contadina locale, sicché l'ipotesi sarebbe anche fondata. Ma allora, mi direte voi, perché trascurare la più stretta assonanza con pinzochero, completa fra l'altro anche di rima? Vi capisco e probabilmente dovrò darvi anche ragione, ma vedete: sarebbe davvero una caduta di stile per una signora lasciarsi andare all'insulto come un laido soldataccio lanzichenecco! Bizzarro zero, a sua volta, intriga, ma... come dicevo non me ne cale e non posso calarmi a quel livello e pertanto s…

Contro il razzismo: a colori è meglio

Inizia la primavera oggi ed è la giornata mondiale della poesia, ma pochi ricordano che proprio oggi si celebra anche la giornata mondiale contro la discriminazione razziale: la ricorrenza è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 1966 ed è stata fissata nel giorno dell'anniversario della strage di Sharpeville in Sudafrica. Il 21 marzo 1960 la polizia "bianca" uccise 69 manifestanti di colore che protestavano contro le restrizioni sempre più gravi imposte dal governo sudafricano e che questa volta vietavano la circolazione di persone di colore nelle zone riservate ai bianchi, a meno di non essere provvisti di uno speciale permesso. L'eccidio e la politica di apartheid del governo vennero condannati formalmente dalle Nazioni Unite. 
Oggi in Italia  organizzazioni sindacali, associazioni no profit ed altri soggetti impegnati socialmente si sono dati appuntamento a Roma nel pomeriggio alle 15,00 presso l'Università "La Sapienza" per  confrontarsi e discuter…

La Lega Nord a Torre Del Greco

Come oramai già noto, Torre Del Greco (terza città della Campania) ha conquistato gli onori delle cronache nazionali per l'adesione offerta dalla sua giunta comunale a Matteo Salvini. Ne hanno parlato le televisioni ed i giornali nei giorni scorsi in occasione dell'intervento del segretario della Lega a Napoli alla Mostra d'Oltremare, con le manifestazioni di dissenso, gli scontri ed i tafferugli che ne sono scaturiti. Il sindaco di Torre Del Greco, Ciro Borriello, ha offerto l'accoglienza della "sua" città a Salvini e, stando alle cronache locali, promette di mettergli a disposizione il proprio bacino elettorale in caso di futura alleanza o adesione al partito. Il sindaco stesso riconosce tuttavia,  che molti dei suoi concittadini non hanno gradito questa iniziativa... Certo ci sarebbe stato da stupirsi del contrario: ma cerchiamo di capire cosa è accaduto, cosa succede ora e quali sviluppi possiamo aspettarci.

In nome del padre

Non solo oggi è la festa del papà, ma ho notato che molto più che negli anni passati tutti, ma proprio tutti, ne parlano: viva i papà, che bello essere papà, festeggiamo i papà e via di seguito con originalità su questo tenore. A cosa dobbiamo dunque questo plauso crescente per la figura paterna? Una occasione per le campagne di marketing? Si questo senza alcun ragionevole dubbio.Un incoraggiamento al "sesso forte" a fare i padri, piuttosto che i cavoli propri (come tradizionalmente sono usi) fornendo in contropartita valorizzazione e consenso sociale? Forse... e potrebbe pure essere una buona idea.

La coerenza: un brutto vizio

Quando si parla di coerenza tutti sono portati a riempirsene i polmoni, la bocca e l'intero apparato fono-articolatorio ed i più ritengono che essa sia una sublime virtù ispiratrice di menti elevate ed animi nobili. Essere coerenti: che ammirevole capacità! Posseduta da pochi invero, ma degna di massima stima e rispetto. Voi mi chiederete: a che si deve codesta prosopopea palesemente tinteggiata di toni caricaturali? Ecco... amici ed amiche (sparuti fallowers sopravvissuti alle lunghe, nonché incoerenti pause di questo blog) a dire il vero la prima cosa che mi sovviene al riguardo e mi strappa un sorriso è  una  frase cardine di quel famoso libricino di Watzlawick: "Sii fedele a te stesso" Appunto!! Plaudirete voi, già mi sembra di sentirvi, ma sapete chi era Watzslawick? Si certo, uno psicologo birichino e simpaticissimo e sapete  anche in quale delle sue opere campeggia minacciosa questa asserzione? Un testo arguto e spassosissimo dall'inquietante titolo: "Istru…