Cercami (poesia)


Una vera provocazione quella del #venerdìdipoesia della community amamipiùchemai #lovepoetry: questa settimana infatti, viene proposto l'hastag #credodiessere. 

Per quanto mi riguarda ho smesso da tempo di cercare di darmi una definizione: sono ciò che fanno giorno per giorno le mie mani e che guardano i miei occhi, sono un desiderio, una speranza, l'ascolto, la risonanza. Sono l'eco dei miei passi, il silenzio e la musica. 



CERCAMI

Sono qui, stretta
dal nodo di parole,
appena volate via.
Dimenticate.

Quel coagulo
affondato
nel magma
del pensiero.

Non importa
cosa sono, cosa sento,
cosa penso, cosa vedo.
Non sono
cosa di cose.










Commenti

  1. MI hai costretto a riflettere oltre, di più.... Grazie , buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nino, è bello risentirti: spero siano riflessioni utili. Grazie a te. Buona vita, amico mio.

      Elimina
  2. Mi ritrovo molto nel tuo non definirti e sei vita che vive e muta,siamo vita che vive e muta... Bellissima poesia. Buone feste Sfinge, tantissimi auguri e felice anno nuovo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della tua lettura e dell'apprezzamento. Buon anno anche a te! :-)

      Elimina

Posta un commento

Allora? Che ne pensi?

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

La leggenda del Che e l'esame della storia.

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema