La tua strada (poesia)

Foto di vin.cen.
Ciascuno segue la propria strada ed i nostri occhi si attraversano come quelli di viandanti che si incrociano sui sentieri della vita. Ci sono i tempi del coro, quando ci accompagniamo cantando su un percorso condiviso e ci sono i tempi degli addii: quando le strade si separano al bivio... e tuttavia un affetto profondo, un amore lasciano un segno affondato laddove le coscienze sono confuse e non sanno distinguere il proprio essere da chi di sé  ha donato una parte.

LA TUA STRADA

Vibra la terra
ad ogni tuo passo,
un'onda si infrange
e torna.
Alitando nell'aria,
ne accompagna l'eco
in risonanza.

Cadenzato,
pulsa
nel tuo sangue:
ne culla il pensiero
sconosciuto,
germogliato nel ventre.

Audace lo sguardo
dilata l'orizzonte
e si mescola ai cieli
al ritmo del cammino.

Ancora un passo:
reciso il filo.
Battito d'ali adagiato
sul fluire del vento.

Sarà il sole a sorriderti
occhieggiando tra i rami.
Pensieri evaporati
al calare della sera.
Pulsano gli astri
all'unisono
con i tuoi passi.







Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Cercami (poesia)

La ricetta della domenica: il ritorno. Pasta alla puttanesca.