Obesity day: un milione di bambini e adolescenti obesi in Italia

L'obesità, specie nella età evolutiva, rappresenta un serio problema di salute pubblica in quanto è una delle condizioni predisponenti per malattie invalidanti come il diabete. Oggi, in occasione dell'Obesity day, la rivista The Lancet ha pubblicato un esteso studio a livello mondiale del fenomeno obesità sia nell'infanzia ed adolescenza che nella età adulta. Alla indagine ha contribuito anche il nostro Istituto Superiore di Sanità , fornendo i dati relativi al  territorio nazionale. 

In Italia dal 1975 al 2016 il numero di bambini ed adolescenti obesi si è triplicato: nella fascia d'età che va dai cinque ai diciannove anni le percentuale di soggetti obesi hanno raggiunto nel 2016 il 10,4% delle femmine ed il 14,5% dei maschi. Un milione tra bambini e ragazzi italiani obesi: 437.000 femmine e 642.000 maschi. L'Italia tuttavia non è tra i paesi più colpiti da questo punto di vista: si colloca infatti al sesto ed all'ottavo posto rispettivamente per maschi e femmine in quanto a gravità della problematica tra i paesi a reddito elevato. 

La tematica viene oggi trattata anche dall'OMS, che lancia l'allarme per la salute pubblica: a livello mondiale infatti, tra il 1975 ed il 2016 il problema obesità si è addirittura decuplicato nella fascia d'età 5-19 anni.  Lo studio è stato condotto dall'Imperial College London e dall'OMS, che hanno aggregato 2.416 studi, coinvolgendo nel complesso 130 milioni di persone di cui 31,5 milioni dai 5 ai 19 anni e 97,4 milioni di età superiore ai 20 anni, rendendo pertanto questo attuale, il più esteso studio epidemiologico sull'argomento. L'OMS individua tra le cause di questa tendenza il marketing alimentare, additato esplicitamente dall'autore principale dello studio, il prof. Majid Ezzati, come responsabile del fenomeno a causa di un costo eccessivo degli alimenti sani e nutrienti non accessibile ai meno abbienti. L'obesità infatti è un problema maggiormente diffuso nei paesi a basso e medio reddito, anche se le percentuali restano elevate anche nel ricco Occidente. Con le tendenze attuali il numero di bambini e ragazzi obesi nel 2022 supererà quello dei giovani sottopeso nel mondo: l'obesità diventerà un problema più diffuso della fame. Gli autori individuano nel consumo di alimenti industriali a basso costo, molto elaborati e ad elevato contenuto di carboidrati una delle cause della situazione attuale. L'altra naturalmente è la sedentarietà e la mancanza di una regolare attività fisica.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema

Dalla parte dei bambini