Oggi la festa dei nonni

Il ruolo dei nonni nella nostra società è cambiato abbastanza radicalmente nell'ultimo secolo: l'evoluzione dalla famiglia patriarcale a quella nucleare ed il massiccio ingresso nel mondo del lavoro  da parte delle donne ha completamente ridefinito il ruolo dei nonni nella costellazione delle relazioni familiari. Nel modello patriarcale i nonni erano i padroni di casa ed in sostanza restavano all'apice della gerarchia familiare fino a quando conservavano l'energia per rivestire questo ruolo: in effetti all'epoca si diventava nonni anche in età relativamente giovane. I nonni funzionavano soprattutto da maestri e da guida per le giovani generazioni, continuando ad esercitare su figli e nipoti una considerevole autorità. 

Oggi si diventa nonni in età più avanzata, dato che l'istruzione ed il lavoro femminile hanno giocoforza fatto slittare in avanti l'età in cui si diventa genitori ed inoltre le famiglie sono di tipo nucleare, con una propria completa indipendenza, anche mentale dalle coppie parentali originarie: i nonni, più anziani ed addolciti dall'età, funzionano soprattutto come badanti e baby sitter, nel senso che il loro ruolo attuale è quello di prendersi cura dei nipotini in modo da consentire alla madre di riprendere il proprio lavoro ed al giovane nucleo familiare di risparmiare sulle spese per la cura dei piccoli durante l'assenza dei genitori.

I nonni nondimeno restano maestri di vita: non insegnano ai propri figli come gestire la propria giovane famiglia, ma in compenso insegnano molto ai nipoti: lo fanno in modo diretto attraverso una relazione affettiva destinata a lasciare nel cuore di molti bambini un'impronta indelebile. La preoccupazione più che altro riguarda le generazioni successive: se due generazioni di seguito iniziano ad avere figli a quarant'anni un bimbo appena nato potrebbe ritrovarsi con un nonno ottantenne, che pertanto difficilmente sarà in grado di trasmettergli qualcosa della storia familiare, quell'aggancio alle radici così prezioso per ciascuno di noi, la memoria sulla quale costruiamo la nostra identità, come su solide fondamenta...

Qualcosa è cambiato nella nostra cultura e continuerà a cambiare, ma per oggi festeggiamo i nonni: un doodle di Google ricorda agli internauti italiani la ricorrenza. Oggi infatti si festeggia in Italia e la celebrazione della giornata coincide con la festa degli angeli custodi, che secondo la chiesa cattolica, cade appunto oggi: il 2 ottobre. Nel nostro paese si tratta di una data stabilita di recente con un'apposita legge (L. 159 del 31/07/2005) soltanto 12 anni fa, mentre altrove le date sono diverse: negli USA, dove esiste dal 1978, la festa cade la prima domenica di settembre, dopo il Labor day, in UK la prima domenica di Ottobre, in Francia invece esistono feste separate per le nonne ed i nonni, rispettivamente in Marzo ed Ottobre. 

La coincidenza con la festa dedicata agli angeli custodi del resto non è un caso: per chi non ha più i nonni può rappresentare un rassicurante conforto figurarseli in forma di angeli a vegliare e proteggere i bambini ed i giovani nel loro cammino. Il fiore dedicato a questi angeli che ci vivono accanto è il  tenerissimo non ti scordar di me.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema

Dalla parte dei bambini