Orata in umido (ricetta)

Personalmente ritengo che la morte dell'orata sia al forno in bianco, con un leggero trito di aglio e prezzemolo freschi, qualche fettina di limone, un'ombra di sale e un filo di olio extravergine di oliva. Il vero segreto è che il pesce deve essere fresco e di mare (non di allevamento) dopodiché più semplice è la preparazione e meglio si assapora la bontà naturale del cibo. Facile, no? E invece no! Il guaio è che cuciniamo anche o soprattutto per gli altri e per la naturale cortesia che ci contraddistingue, siamo portati ad informarci quali pietanze i nostri commensali preferiscono, in che modo desiderano che vengano cucinate ed insomma, abitualmente ci roviniamo con le nostre stesse mani. Avrete di certo capito che questa orata al forno io non la mangio da tempo: niente da fare, la vogliono col pomodoro, manco fosse baccalà... e noi pazientemente dovremo adattarci. Si capisce che più del pesce gli piacerà inzuppare il pane ed in effetti la zuppetta ha i suoi indiscutibili pregi, quindi procediamo.

Cosa vi serve? Ovvio il pomodoro fresco, ma poco: una decina di pomodorini saranno più che sufficienti, poi prendete un quarto (250 gr.) di gamberetti, un calamaro tagliato a pezzetti, una manciata di vongole e/o lupini, l'aglio, il prezzemolo, olio extravergine di oliva, peperoncino ed un pizzico di sale. 

Come preparare? Passate in una padella con un filo d'olio i gamberetti, aggiungete un po' di aglio e prezzemolo tritati ed un poco di peperoncino: toglieteli dal fuoco appena cotti e sgusciatene almeno una metà. Nel frattempo in un altro tegame metterete a cuocere i pomodorini lavati e privati dei semi, il calamaro tagliato a pezzi ed uno spicchio d'aglio (che toglierete quando il pomodoro sarà cotto). Lasciate cuocere ed intanto lavate i frutti di mare,  e fateli aprire in un pentolino sul fuoco: quando sono aperti toglieteli, sgusciateli (ma potete lasciarne qualcuno col guscio a scopo decorativo) filtrate bene l'acqua che si è prodotta durante la cottura e tenete a parte. Bene il pesce lo cuocerete direttamente nel tegame dei pomodori: dovete aggiungerlo quando il pomodoro è già appassito e lasciarlo cuocere per circa 20-30 minuti, secondo la grandezza. Cinque minuti prima di togliere dal fuoco, cospargete con il trito di aglio e prezzemolo, aggiungete i gamberi ed i frutti di mare cotti a parte e se necessario aggiustate di sale. Buon appetito!

Commenti

  1. L'orata è buona in qualsiasi modo, ma insieme alla spigola io l'adoro alla brace o al cartoccio.
    Grazie della ricetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al cartoccio non l'ho ancora sperimentata... passami la ricetta Poiana ;-) Grazie a te!

      Elimina

Posta un commento

Allora? Che ne pensi?

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema

Dalla parte dei bambini